Cerca

Vatican News
Wuhan, il capo missione Oms Peter Ben Embarek stringe la mao al coordinatore dei ricercatori cinesi Liang Wannian, al termine della conferenza stampa Wuhan, il capo missione Oms Peter Ben Embarek stringe la mao al coordinatore dei ricercatori cinesi Liang Wannian, al termine della conferenza stampa 

Missione Oms a Wuhan: il Covid-19 è di origine animale, nessun errore in provetta

A conclusione dell’indagine nella città cinese, dove a fine 2019 si è registrato il primo caso conosciuto di infezione da nuovo coronavirus, i ricercatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, insieme agli esperti cinesi, individuano nel pangolino il probabile primo portatore, i cibi surgelati come possibile veicolo di trasmissione all’uomo e definiscono “estremamente improbabile” che la pandemia si stata causata da un errore di laboratorio

Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano

Nella conferenza stampa tenuta per fare un primo resoconto dell’esito dell’indagine a Wuhan, il capo della missione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Peter Ben Embarek spiega che le informazioni raccolte insieme ai ricercatori cinesi "suggeriscono che l'origine del coronavirus è animale", ma "la ricerca per la possibile rotta di penetrazione del virus nelle specie animali è ancora un lavoro in corso d'opera".

Pangolini e felini i più probabili primi portatori del virus

"Un salto diretto dai pipistrelli agli umani non e' probabile", chiarisce Embarek, visto che a Wuhan e dintorni non sono molto diffusi. Rimane in piedi l'ipotesi pangolini e felini come primi portatori del Covid-19, ma l'Oms consiglia di proseguire gli studi.

Ancora da capire come il Covid-19 è arrivato a Wuhan

Il capo della missione Oms ammette che la ricerca sul campo "non ha stravolto le convinzioni che avevamo prima di cominciare" sulle origini della pandemia. Non si è riusciti, lamenta però Embarek, a scoprire come il virus sia entrato nel mercato Huanan di Wuhan, epicentro del primo focolaio noto della malattia, a fine 2019, e ha detto che servono ulteriori studi sul ruolo dei cibi surgelati come "superfice per la trasmissione del virus agli esseri umani".

Un incidente di laboratorio è "estremamente improbabile"

E’ invece estremamente improbabile, secondo l’Oms, una diffusione del Covid-19 legata ad un incidente in un laboratorio. L'ipotesi che il virus fosse uscito dall'Istituto di Virologia di Wuhan e' stata nel 2020 al centro dei sospetti internazionali, e soprattutto degli Stati Uniti, ed e' sempre stata smentita da Pechino.

I ricercatori cinesi: il coronavirus negli animali è diverso

Dal canto suo Liang Wannian, a capo della delegazione di 17 esperti cinesi che ha affiancato la missione dell’Oms composta da altrettanti scienziati internazionali provenienti da 10 Paesi diversi, dichiara che i campioni di coronavirus trovati in pipistrelli e pangolini “non sono identici al Sars-Covid 2

09 febbraio 2021, 16:28