Cerca

Vatican News

Unicef, il "regalo sospeso" per i bambini più svantaggiati

La distribuzione dei doni ai bambini poveri, a quelli ospitati nelle case famiglia e agli ospedalizzati prenderà il via il 7 gennaio grazie ai giovani volontari Younicef e agli operatori volontari in Servizio Civile dell’UNICEF Italia

Emanuela Campanile- Città del Vaticano

Regalare un sorriso ai bambini ospedalizzati o residenti in casa famiglia in Italia e sostenere allo stesso tempo i programmi dell’organizzazione di lotta alla malnutrizione infantile nel mondo. Con questo obiettivo, e per celebrare l'Epifania, dal prossimo 7 gennaio prende il via la distribuzione - in totale sicurezza - dei “Regali sospesi” di UNICEF Italia.

L'iniziativa

L’iniziativa lanciata dall’UNICEF Italia per la prima volta quest’anno è stata ideata e realizzata dai giovani volontari del gruppo Younicef, che con il supporto degli operatori volontari in Servizio Civile dell’UNICEF Italia, si recheranno presso le strutture che hanno aderito all’iniziativa per consegnare a tanti bambini il loro regalo sospeso: un simpatico Kit per il gioco composto da gadget di legno (il domino e uno yoyo o una trottola) e la valigetta della Pigotta. 

La lotta alla malnutrizione

La malnutrizione cronica infantile è una piaga che nel mondo colpisce 144 milioni di bambini (circa il 21% del totale) sotto i 5 anni. Di questi, un bambino su due (78,2 milioni) vive in Asia e quattro su dieci (57,5 milioni) in Africa. Nella maggior parte dei casi, la malnutrizione colpisce lentamente e silenziosamente, rallentando lo sviluppo fisico e intellettivo del bambino, provocando ritardi permanenti e infine erodendo la capacità dell'organismo di reagire con successo alle infezioni e alle malattie.

05 gennaio 2021, 12:59