Cerca

Vatican News
Scompare il marito di Wanda Wojtasik Poltawska, una delle più strette collaboratrici di Papa Wojtyla Scompare il marito di Wanda Wojtasik Poltawska, una delle più strette collaboratrici di Papa Wojtyla 

La scomparsa del filosofo polacco Andrzej Poltawski

All’età di 97 anni è morto oggi a Cracovia lo studioso e marito di Wanda Wojtasik Poltawska, una delle più strette collaboratrici di Papa Wojtyla. Insieme fecero parte del Pontificio Consiglio per la Famiglia

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Una figura importante che ha intrecciato la sua vita con la storia della Polonia e con uno dei suoi più illustri figli Giovanni Paolo II. Il filosofo esperto di etica, antropologo e specializzato in filosofia cristiana Andrzej Poltawski, 97 anni, è morto oggi a Cracovia. Era nato a Varsavia il 22 febbraio 1923, attivista della resistenza polacca durante la Seconda guerra mondiale, divenne membro dell’esercito nazionale (AK) e partecipò alla rivolta di Varsavia. Era il marito della psichiatra Wanda Wojtasik Poltawska che sposò nel 1947 e dal loro matrimonio nacquero 4 figlie. Wanda fu una delle più strette collaboratrici di Giovanni Paolo II e con il marito Andrzej entrò a far parte del Pontificio Consiglio per la Famiglia.

Andrzej e la malattia della moglie

Nel 1962 la loro famiglia viene messa a dura prova dalla malattia di Wanda. Ma proprio nella prova l’amicizia con Giovanni Paolo II si rafforza ed è il futuro Papa a diventare il tramite del legame tra la famiglia polacca e Padre Pio. A lui Wojtyla chiese preghiere per Wanda, affetta da un tumore che le provocava dolori grandissimi, una malattia che inizialmente lei nascose al marito ma che poi rivelò, gettando nello sconforto Andrzej. Padre Pio, sollecitato da Giovanni Paolo II, pregò intensamente per lei. Poco prima di entrare in sala operatoria, gli esami rivelarono la totale guarigione della donna. Andrzej inviò un telegramma a Roma per comunicare l’inattesa evoluzione a Wojtyla che, in una pausa dei lavori del Concilio, il 28 novembre, scrisse una seconda lettera al frate cappuccino. “Venerabile Padre, la donna di Cracovia in Polonia, madre di quattro figlie, il giorno 21 novembre prima dell’operazione chirurgica istantaneamente ha riacquistato la salute grazie a Dio e anche a Te Padre Venerabile rendo il più grande grazie a nome suo, di suo marito e di tutta la famiglia”.

29 ottobre 2020, 19:14