Cerca

Vatican News
Strade deserte e presidiate dalle forze dell'ordine nelle città italiane Strade deserte e presidiate dalle forze dell'ordine nelle città italiane  (ANSA)

Coronavirus, Onu: unità e solidarietà alle persone colpite

Prima riunione del Consiglio di sicurezza Onu sulla pandemia di Covid-19. Intanto si registrano progressi positivi in Europa dove si attenuano gli ingressi nelle terapie intensive. Molti governi allungano il lockdown di alcune settimane

Marco Guerra – Città del Vaticano

Con un milione e 6mila contagi e oltre 95mila vittime la pandemia di coronavirus continua la sua corsa in tutto il mondo. Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti ha superato quello della Spagna attestandosi a quota 16.600 morti. Per due giorni consecutivi il Paese ha registrato quasi 2.000 decessi in 24 ore, i peggiori rapporti giornalieri al mondo dall'inizio dell'epidemia. I casi di contagio negli Usa raggiungono invece le 466mila unità, più di un quarto di quelli dichiarati nel mondo, mentre preoccupa anche il numero di disoccupati con i 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi.

In Europa cala la curva dei contagi

L’altro fronte caldo è l’Europa, dove però si iniziano a registrare dei miglioramenti nella curva dei contagi. In Francia si contano 12mila vittime ma per la prima volta diminuisce il numero di ricoverati nelle terapie intensive.  Meno pressione sui reparti di rianimazione anche in Italia dove il lento calo dei contagi resta costante. In Spagna cala il numero dei morti e il premier Sanchez annuncia il raggiungimento del picco. Picco ancora lontano, invece, in gran Bretagna dove intanto il premier Boris Johnson è uscito dalla terapia intensiva. Anche la Germania ha avuto sviluppi positivi negli ultimi giorni ed “è pronta a tornare gradualmente alla normalità" ha detto il ministro della Salute Spahn. Le restrizioni andranno avanti per alcune settimane negli altri Paesi europei.

Consiglio sicurezza Onu riunito su Covid-19

Nel frattempo si è riunito il Consiglio di Sicurezza dell'Onu per la prima volta sulla pandemia del covid-19, membri dell’organismo hanno espresso il loro sostegno a tutti gli sforzi profusi del segretario generale Antonio Guterres.

Ascolta il servizio
10 aprile 2020, 08:42