Cerca

Vatican News
Thailandesi al voto Thailandesi al voto 

Thailandia: risultati elettorali ufficializzati il 9 maggio

Manca ancora una chiara maggioranza dopo le elezioni di domenica scorsa in Thailandia. La Commissione elettorale fa sapere che i risultati definitivi saranno ufficializzati solo il 9 maggio. Denunciate presunte irregolarità nel voto

Elvira Ragosta – Città del Vaticano

I thailandesi hanno votato domenica scorsa, per la prima volta dopo il golpe del 2014 che ha portato al potere la giunta militare del generale Prayut-Chan-Ocha. La difficoltà nell’esatta ripartizione dei 500 seggi della Camera parlamentare è dovuta al complicato sistema elettorale. I 250 membri del Senato vengono invece nominati direttamente dai militari. Saranno poi Camera e Senato insieme a scegliere il nuovo premier.
Prima forza sarebbe attualmente il partito Pheu Thai legato agli ex primi ministri Thaksin e Yingluck Shinawatra con 137 dei seggi della Camera, seguito dal partito Palang Pracharat del generale Prayut-Chan-Ocha, con 97 seggi. I risultati sono relativi al 95% dei voti, ma il complicato sistema elettorale rende difficile sapere l'esatta ripartizione dei 500 seggi della Camera.

Dopo il voto permangono le divisioni

Per Stefano Vecchia, giornalista esperto dell’area asiatica, “dopo elezioni attese a lungo per vedere se era possibile un cambiamento e se i militari, al potere da 5 anni, avessero la capacità di mantenerlo, in realtà ci si trova di fronte ad una situazione ancora di divisione. Le due parti, l’opposizione al regime militare e il regime militare con i suoi alleati, sembrano in una situazione di bilanciamento. Giocheranno nei prossimi giorni due elementi: la soluzione di queste accuse di brogli, denunciate da più parti, e il gioco delle alleanze”.

Ascolta l'intervista a Stefano Vecchia
26 marzo 2019, 13:12