Cerca

Vatican News
Manifestazione ad Amsterdam per chiedere misure per contrastare il cambiamento climatico Manifestazione ad Amsterdam per chiedere misure per contrastare il cambiamento climatico   (ANSA)

Cambiamenti climatici: manifestazioni in tutto il mondo

Al via oggi in tutto il mondo ed in oltre cento città italiane, la protesta che ha per obiettivo richiamare l'attenzione sui cambiamenti climatici in corso. Migliaia di giovani, studenti e lavoratori manifesteranno per chiedere alla politica nazionale, europea e globale nuove misure in favore dell’ambiente

Camillo Barone – Città del Vaticano

Scendere in piazza per difendere l'ambiente: succede nel mondo e da domani anche in Italia. Da Milano a Messina, in oltre cento città migliaia di giovani, studenti e lavoratori manifesteranno per chiedere alla politica nuove misure di contrasto al cambiamento climatico, per favorire un modello alternativo di sviluppo e di rispetto delle risorse del nostro pianeta. Global Strike For The Future, questo il nome della mobilitazione globale lanciata nell’inverno 2018 dalla quindicenne svedese Greta Thunberg. La giovane attivista, partita da semplici manifestazioni solitarie di strade, è stata ascoltata anche alla Cop 24, vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutosi a Katowice, in Polonia.

I giovani studenti pronti a manifestare per un cambio di passo

“Da studente di scienze naturali, posso rendermi conto di quanto la biodiversità sia stata messa in grave pericolo”, così si è espresso Riccardo Nanni, giovane attivista di Roma ai microfoni di Radio Vaticana Italia. Nanni, con altre decine di giovani studenti romani, è tra gli attivisti e promotori della manifestazione che si terrà domattina a Roma in Piazza Madonna di Loreto, in concomitanza con tante altre città italiane. “Quello che spero è che domani tutti possano rendersi conto che noi giovani siamo in tanti a volere un’economia diversa, basata sulla diminuzione dei gas serra e di CO2”, ha affermato Nanni, aggiungendo: “Noi siamo il futuro di questo mondo, a noi andrà in eredità la Terra e vorremmo lasciarla migliore di come l’abbiamo trovata”.

Ascolta l'intervista a Riccardo Nanni

ULTIMO AGGIORNAMENTO. 15 marzo ore 7.30

14 marzo 2019, 16:23