Cerca

Vatican News
EGYPT-ARABS-EU-DIPLOMACY EGYPT-ARABS-EU-DIPLOMACY  (AFP or licensors)

Egitto: vertice Ue-Lega Araba per rafforzare la cooperazione

Rafforzamento della cooperazione tra Paesi Ue e Paesi arabi su migrazioni, lotta al terrorismo e sul commercio, con focus sulle crisi regionali. Questi i temi principali del primo vertice in corso in Egitto tra Ue e Lega Araba

Elvira Ragosta – Città del Vaticano

Quella che si è aperta ieri a Sharm-el-Sheikh, in Egitto è considerata una due giorni storica nei rapporti tra Europa e Paesi arabi. Si tratta del primo vertice tra le due organizzazioni, cui partecipano 22 Stati dell’Africa settentrionale e della penisola araba insieme con i rappresentanti degli Stati membri dell’Ue.

Rafforzamento della cooperazione

A presiedere il summit il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk e il Presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi. "Dobbiamo lavorare insieme, Paesi di origine, transito e destinazione per rompere il modello di business che ruota attorno ai migranti a partire dai trafficanti che attirano le persone in pericolosi viaggi e alimentano la schiavitù dei nostri giorni" ha detto Tusk. Ad aprire i lavori, ieri, il Presidente egiziano al-Sisi con un appello per un'azione più dura contro il terrorismo: "È necessaria la cooperazione - ha sottolineato - per garantire una migrazione sicura e legale in modo da soddisfare i diversi interessi comuni. Questo dovrebbe andare di pari passo con la lotta alla tratta di esseri umani come parte della lotta al crimine organizzato trans-frontaliero".

Bilaterale Conte-Serraj sulla Libia

In questo secondo giorno sono previsti focus sulle crisi regionali. La situazione in Libia e Yemen i temi della sessione a porte chiuse sul modo di affrontare "insieme le sfide regionali". La stabilizzazione della crisi libica sarà anche argomento di un bilaterale tra il presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, e il premier del governo di unità nazionale libica. Intanto, per tentare di risolvere l’intricata situazione del Paese nordafricano, l'inviato speciale Onu per la Libia, Ghassam Salamé, sta lavorando a un incontro tra il premier Fayez al-Sarraj e il generale Khalifa Haftar. E' quanto riporta l'agenzia Lybia 24, secondo la quale, l’incontro tra i leader potrebbe avere luogo nei prossimi giorni ad Abu Dhabi.
Sull’importanza di questo primo vertice tra Ue e Lega araba, Michela Mercuri, docente di Storia dei Paesi del Mediterraneo all’Università di Macerata afferma: “E’ importante dal punto di vista diplomatico, ma non dobbiamo avere molte ambizioni sul piano pratico. Sicuramente non uscirà una road map da questo summit, anche perché ci sono molte divergenze, sia in seno all’Ue, sia all’interno di alcuni dei principali Stati arabi presenti all’incontro. Quindi - prosegue Mercuri - dovremo aspettaci sicuramente un dialogo sui temi più importanti, in particolare su terrorismo e immigrazione, in cui è fondamentale una cooperazione tra queste due sponde del Mediterraneo”.

Ascolta l’intervista a Michela Mercuri
25 febbraio 2019, 13:10