Cerca

Vatican News
Alcune delle donne prigioniere di Boko Haram liberate dall'esercito nigeriano Alcune delle donne prigioniere di Boko Haram liberate dall'esercito nigeriano  (AFP or licensors)

Camerun: Boko Haram attacca una parrocchia nel nord del Paese

Tre le vittime accertate nell’assalto che aveva come obiettivo il rapimento di alcuni preti occidentali

Michele Raviart – Città del Vaticano

Almeno tre persone sono state uccise nella notte tra mercoledì 23 e giovedì 24 gennaio, quando un gruppo di miliziani probabilmente appartenenti al gruppo jihadista nigeriano di Boko Haram hanno assaltato la parrocchia di Manguirida, all’estremo nord del Camerun.

I terroristi fermati dalla popolazione

Quattro uomini armati hanno sparato ferendo anche una dozzina di persone, nel tentativo di rapire dei sacerdoti occidentali che vivevano nella parrocchia. Lo hanno affermato responsabili della sicurezza locale. La sicurezza presente ha dato subito l’allarme, mentre la popolazione locale, armata di mazze e coltelli si è scontrata con i terroristi, riuscendo a fermarli.

Una regione nel mirino degli islamisti

La regione dell’Estremo nord del Camerun confina con la Nigeria ed è da anni obiettivo dei jihadisti di Boko Haram, anche se negli ultimi mesi la quantità di attacchi è sensibilmente diminuita

25 gennaio 2019, 12:48