Cerca

Vatican News

Piazza Navona accoglie Amatrice

Lo storico mercatino natalizio di Piazza Navona, a Roma, ospita Amatrice. Con tre stand, la cittadina laziale colpita dal terremoto del 2016 racconta le sue tradizioni e il suo orgoglio

Emanuela Campanile - Città del Varicano

Amatrice si racconta attraverso i prodotti tipici che quest'anno, con tre stand, mette in mostra nello storico mercatino natalizio di Piazza Navona fino all'Epifania. Far conoscere i sapori, diffondere le ricette locali e le tradizioni del comune laziale, non significa soltanto sostenere le attività artigianali di questo territorio così provato dal terremoto del 2016, ma anche riconoscerne la dignità e la storia. 

Il rapporto con la terra

"Sono rimaste veramente poche cose in piedi - spiega Raffaele Marchese, responsabile di Rete Roma 12 per Accumoli e Amtrice - però, a fronte di questa desolazione che appare a chiunque vada in quei luoghi, di fondo rimane la volontà di ricreare un tessuto economico e di tenere insieme le tradizioni che, comunque, uniscono la gente che vive lì che ha un forte legame con la terra. Amatrice - prosegue - è un luogo di grandi tradizioni agroalimentari. Una tradizione gastronomica che si è formata nel tempo e che ha portato alla notorietà questa zona, è la pasta all’amatriciana che sta ottenendo il riconoscimento europeo di Specialità tradizionale garantita, l'Stg".

Amatrice nel mondo

Per quanto sembri banale, cultura e fama possono passare anche attraverso un piatto tipico, impededendo che il clamore di una tagedia come quella di tre anni fa, possa sfumare fino all'oblio. I sapori degli Spaghetti all'Amatriciana risalgono all'800, sapori di un piatto popolare che affascinarono  Francesco I Imperatore d’Austria. La fierezza e l'orgoglio della gente di Amatrice continua così a testimonia a tutta l'Italia e al mondo di esistere e di continuare ad amare il proprio legame con la terra.

18 dicembre 2018, 09:00