Versione Beta

Cerca

Vatican News
Giornalista al lavoro Giornalista al lavoro 

Giornalismo e fake news: regole per un’informazione corretta

Il 12 settembre è uscito in tutte le librerie, per le Edizioni San Paolo, “Giornalismo dell’alba. Storie, responsabilità e regole per un’informazione di dialogo”, il nuovo libro di Piero Damosso, giornalista Rai, caporedattore centrale al Tg1. Intervista all’autore

Emiliano Sinopoli - Città del Vaticano

Il punto di partenza di questo contributo è che il giornalismo non è morto, a maggior ragione di fronte alle fake news: “e riuscirà a vincere questa sfida”, sottolinea Piero Damosso a Vatican News “e, in forme nuove, resisterà come fonte di conoscenza, dialogo, impegno civile, sociale, culturale”. Damosso è caporedattore centrale al Tg1, si occupa in particolare degli spazi del Tg1 nei programmi Unomattina e UnoMattina-Estate e delle edizioni del Tg1 del mattino, è curatore della rubrica Tg1 Dialogo. Ha insegnato per molti anni giornalismo in diverse università. È, inoltre, autore di biografie e saggi sulla comunicazione sulla storia del movimento cattolico e della Chiesa. Tra le sue pubblicazioni, nel 2005 ha curato il volume Speciale tv. La missione sociale della televisione (Carocci). Il libro, forte di uno storytelling ricco di esempi, riporta le preziose testimonianze di Ezio Mauro, Enrico Mentana e Mario Calabresi, intervistati dall’autore.

I fatti vincono sulle opinioni

Sollecitato, in particolare, dalla rivoluzione spirituale e “nella carne” di papa Francesco, Damosso affronta il tema del “fare notizia” fondandola sulla ricerca della verità, sul bene, sulla democrazia e sul giornalismo autentico, documentato e aperto all’amore di Dio nella realtà. Perché “nessuno di noi – ha affermato il giornalista - può fare a meno di un’informazione accurata, completa e verificata, per camminare nel nuovo giorno, consapevoli degli eventi e di una luce di speranza”.

Ascolta l'intervista a Piero Damosso


 

14 settembre 2018, 14:27