Versione Beta

Cerca

Vatican News

Al via le riprese del docu-film dedicato a san Giovanni Battista

Nelle Marche il primo ciak del film “Il Precursore”, dedicato alla figura di san Giovanni Battista. La produzione è firmata Fondazione vaticana San Giovanni XXIII, Vatican Media e Officina della Comunicazione

Barbara Castelli – Città del Vaticano

Un personaggio centrale del Vangelo, mai cristallizzato in una narrazione cinematografica. Con questi presupposti, lo scorso 3 luglio, nelle Marche, è stato battuto il primo ciak del docu-film “Il Precursore”, dedicato alla figura di san Giovanni Battista, una produzione Fondazione vaticana San Giovanni XXIII, Vatican Media - Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede e Officina della Comunicazione. Vatican News, in sinergia, con l’agenzia Sir, ha raccolto in esclusiva le prime impressioni sul set di Nicola Salvi ed Elisabetta Sola, amministratori delegati di Officina della Comunicazione. “La prima giornata di lavoro”, raccontano, “è stata affrontata con grande entusiasmo dalla troupe, composta da oltre 20 professionisti”, tutti hanno sfidato il caldo estivo animati “dalla passione nel raccontare una storia leggendaria”.

Giovanni Battista, una vicenda coinvolgente e drammatica

Attraverso alcuni episodi significativi della vita del santo, la produzione, diretta da Omar Pesenti, mette a fuoco la figura biblica di Giovanni Battista, che anticipa la vita pubblica di Gesù, svolgendo un ruolo chiave nella storia del Cristianesimo. “È una vicenda coinvolgente e drammatica – rimarcano Salvi e Sola – che il linguaggio filmico restituirà con efficacia allo spettatore”. “Proprio in questo momento – proseguono – c’è un grande lavoro da parte degli scenografi e del direttore della fotografia. Nelle prime giornate di riprese, infatti, affrontiamo le scene più delicate e complesse, l’uccisione del Battista, che hanno richiesto un’illuminazione particolare negli interni scelti per la prigione”. A dare il volto a san Giovanni Battista, l’attore Francesco Castiglione, noto al grande pubblico per la partecipazione alla serie “Don Matteo”.

Un film a servizio della cultura

“L’intento divulgativo”, precisano i due produttori, “si unisce alla ricerca di un racconto per immagini curato, dal deciso taglio filmico. Aggiungeranno spessore al docu-film anche le testimonianze di autorevoli esperti, che aiuteranno a ricostruire aspetti più specifici della biografia del Santo”. “Il Precursore”, dunque, si inserisce pienamente nelle produzioni recentemente realizzate da Vatican Media e da Officina della comunicazione, come la serie di dieci documentari “Divina bellezza. Alla scoperta dell’arte sacra in Italia”, il film “Custodire e proteggere. La Gendarmeria Vaticana”, nonché il documentario “In trincea. Piccole storie della Grande Guerra”, che racconta il valore dei cappellani militari durante la Prima guerra mondiale. 

La cornice narrativa delle Marche

“Le Marche hanno offerto location di grande livello, adatte a ricreare la magia della narrazione”, concludono Nicola Salvi ed Elisabetta Sola. “Le riprese si svolgeranno fino all’11 luglio tra Ancona, Loreto, Macerata e Cingoli. Tutti territori accessibili anche grazie al supporto dalla Fondazione Marche Cultura-Film Commission. In questi luoghi si respira il fascino di una cultura lontana, ma non per questo meno attuale”.

05 luglio 2018, 10:00