Versione Beta

Cerca

Vatican News

Dai terreni di Montecassino, le eccellenze agroalimentari italiane

Al via il progetto di riqualificazione della Tenuta dell’Albaneta, cioè quei terreni che circondano l’abbazia di Montecassino. Birra e miele le prime produzioni previste

Marina Tomarro - Città del Vaticano

Trasformare i terreni che circondano l’abbazia di Montecassino in un luogo di produzione di eccellenze agroalimentari italiane. E’ questo l’obiettivo del progetto di riqualificazione dell’Albaneta, cioè quei terreni di proprietà dell’Abbazia, fondata da Benedetto da Norcia nel 529 d.C. E questi terreni sono stati sempre molto legati alla storia di questo luogo, considerato uno dei posti culturali più importanti d’Europa, dando lavoro e cibo non solo al monastero, ma a tutti gli abitanti del territorio.

L’Albaneta centro di produzione di birra e miele locali

“L’Albaneta – spiega l’imprenditore Daniele Miri, titolare della tenuta - si sviluppa per oltre 300 ettari, e non è solo un centro agricolo, ma anche un luogo di grande interesse storico, infatti contiene 12 fattorie, e il monastero di Santa Maria dell’Albaneta, di cui oggi rimangono solo le rovine, in cui dimorò anche Sant’Ignazio di Loyola fondatore dei Gesuiti, scrivendo proprio qui una parte della loro regola”

E tante le idee pronte a partire in questa tenuta. In particolare la nascita di una birra locale, prodotta attraverso la messa in cultura di terreni seminati ad orzo, e un progetto speciale di ricerca e produzione di miele locale.  

“Queste produzioni – continua Daniele Miri – vogliono raccogliere e recuperare antiche tradizioni del territorio. Ad esempio si dice che l’abbazia fu tra le prime in Europa a produrre birra”.

Un progetto che vuole coinvolgere anche i pellegrini

E questo piano di riqualificazione diventa anche un lancio per aiutare il territorio a diventare un polo turistico di eccellenze non solo artistiche e culturali ma anche agroalimentari. “Per noi – sottolinea Dom Donato Ogliari abate di Montecassino – è fondamentale che questa riqualifica abbia come fine proprio quello di coinvolgere tutto il nostro territorio, e aiuti i numerosi pellegrini che ogni anno passano nella nostra abbazia a trovare in questi luoghi pace e serenità anche attraverso una lettura ecologica di tutta questa bellezza che ci circonda”

Photogallery

La tenuta dell'Albaneta
28 giugno 2018, 17:34