Versione Beta

Cerca

VaticanNews
L'incontro ad alto livello tra i funzionari delle due Coree L'incontro ad alto livello tra i funzionari delle due Coree  (ANSA)

Coree: riprende il dialogo a Panmunjom

Incontro di funzionari per discutere un ufficio congiunto e la ripresa delle riunioni delle famiglie separate. Il Nord propone una celebrazione comune per il 15 giugno. Kim Yong-chol consegnerà una lettera di Kim a Trump. Studenti del Sud chiedono scambi con il Nord

I dialoghi fra le due Coree sono ripartiti: oggi, i funzionari di alto livello si sono incontrati per discutere la messa in atto della Dichiarazione di Panmunjom. Sul tavolo dei negoziati, vi è il coinvolgimento della Croce Rossa e la ripresa delle riunioni dei membri delle famiglie separati dalla guerra del 1950-53. A Panmunjom, i rappresentanti delle due Coree discutono l’istituzione di un ufficio di contatto a Kaesong, città al confine nordcoreano . Da parte sua, la delegazione di Pyongyang ha proposto una celebrazione comune in onore della “Dichiarazione del 15 giugno”, adottata durante il secondo summit intercoreano nel 2000, ma mai applicata.

I nodi ancora da sciogliere

I futuri dialoghi presentano anche questioni spinose: da settimane, la Corea del Nord è tornata a criticare le esercitazioni militari congiunte del Sud con gli Usa, e chiede il rimpatrio di un gruppo di lavoratori del Nord che nel 2016 aveva disertato dalla Cina andando al Sud. Per Pyongyang essi sono stati “rapiti” dalla precedente amministrazione di Seoul, una posizione confermata da alcune loro testimonianze. Secondo alcuni gruppi civili sudcoreani è plausibile che la diserzione – al tempo “pubblicizzata” in modo inusuale – sia stato un atto propagandistico dei conservatori in vista delle elezioni di quell’anno.

Progressi tra Nord Corea e Usa

L’incontro intercoreano giunge mentre negli Usa si aprono nuovi spiragli per un incontro fra Kim Jong-un e Donald Trump. Oggi, Kim Yong-chol si recherà a Washington per consegnare al Presidente Usa una lettera da parte di Kim Jong-un. Il braccio destro del leader nordcoreano era a New York per un summit di due giorni con il Segretario di Stato americano Mike Pompeo. L’alto diplomatico statunitense parla di “buoni progressi” e vi sono voci secondo cui il summit fra i due leader si terrà come previsto il 12 giugno.

I dialoghi per l'unità fra Nord e Sud coinvolgono la società civile

Oggi, gli studenti dell’Università nazionale di Seoul (Snu) hanno chiesto al ministero sudcoreano dell’Unificazione di approvare contatti con gli studenti dell’Università Kim Il-Sung, il più importante ateneo del Nord. Al momento, non vi sono ancora “discussioni concrete su scambi” fra i due istituti. Tuttavia, sembra che i presidenti degli atenei si siano incontrati a Pechino il 4 e il 5 maggio, durante una cerimonia in onore del 120mo anniversario dell’Università di Pechino. (AsiaNews)
 

01 giugno 2018, 12:54