Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Crocifisso Crocifisso 

Nelle Filippine ucciso sacerdote cattolico

È il terzo sacerdote ad essere stato ucciso in 6 mesi nelle Filippine. Il presidente della Conferenza episcopale delle Filippine: “Sono profondamente triste”

Luisa Urbani - Città del Vaticano 

Padre Richmond Nilo era dietro l'altare della cappella Nuestra Senora de la Nieve, nella città di Saragozza, quando è stato colpito a morte. Era domenica sera e si stava preparando a celebrare la messa. Secondo le prime indagini, due uomini armati, non ancora identificati, hanno sparato al sacerdote quattro volte. 

Il dolore della Conferenza episcopale delle Filippine

L'omicidio arriva meno di una settimana dopo che un prete è stato ferito in una sparatoria nella città di Calamba. Secondo la conferenza episcopale delle Filippine ( CBCP), Nilo è stato il terzo sacerdote cattolico ad essere ucciso nelle Filippine da dicembre 2017. “Sono profondamente triste” ha dichiarato l'arcivescovo Romulo Valles, presidente della CBCP.

Le altre vittime 

Il 29 aprile, padre Mark Ventura, è stato ucciso da due proiettili, al petto e alla testa, mentre stava benedicendo i bambini durante la Messa nella provincia settentrionale di Cagayan.
Mentre il 4 dicembre, padre Marcelito Paez, è stato freddato a Jaen, Nueva Ecija, dopo aver contribuito alla liberazione di un prigioniero politico.

11 giugno 2018, 10:40