Versione Beta

Cerca

VaticanNews

La Giornata del Sollievo al Policlinico Gemelli

Oggi, domenica 27 maggio, ricorre Giornata del Sollievo. Molte le iniziative in tutta Italia. La testimonianza dei giovani volontari

Luisa Urbani – Città del Vaticano

Come ricordato da Papa Francesco dopo l’ Angelus odierno, oggi si celebra la XVII Giornata nazionale del Sollievo. Istituita nel 2001, ha lo scopo di promuovere e testimoniare la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo giovarsi di cure destinate alla guarigione. Nel corso degli anni, considerando i bisogni concreti delle persone malate e sofferenti, l’obiettivo della Giornata è andato ampliandosi, abbracciando quasi tutte le condizioni di malattia ed esistenziali, pur mantenendo un posto di rilievo la fase terminale della vita.

I Ragazzi della Rete del Sollievo

L’evento, che si svolge al Policlinico Agostino Gemelli di Roma, vede coinvolti i Ragazzi della Rete del Sollievo. Si tratta di un gruppo di giovani, quasi tutti studenti di medicina, che hanno deciso di impegnare il proprio tempo libero ponendosi a favore del paziente oncologico . Il loro operato si traduce in una messa a servizio di coloro i quali quotidianamente affrontano situazioni di degenza, dolore cronico e malattia terminale. “Il sollievo – spiega Cesare, volontario da tre anni - è offrire un sorriso a qualcuno e fare comunità perché la speranza si ottiene solo stando insieme agli altri”. Il sollievo, dunque, può essere raggiunto grazie a farmaci e terapie, ma anche attraverso una umanizzazione delle cure, perché, come sottolinea Giulia, che da sei anni svolge volontariato al Policlinico Gemelli, “ il paziente non è soltanto un numero o un letto di ospedale, ma soprattutto è una persona”.

Il centro d’ascolto della Fondazione Gigi Ghirotti

La Giornata nasce da un’idea della Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti che da quarantaquattro anni è a fianco della persona malata e dei suoi familiari, offrendo orientamento, aiuto e supporto psicologico. Attualmente la fondazione concretizza il suo impegno nell’assistenza psicologica ospedaliera, nella formazione di volontari e con un Centro di ascolto che offre un servizio telefonico gratuito di sostegno. Il numero 06/8464164 è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00.

 

27 maggio 2018, 15:23