Versione Beta

Cerca

Vatican News
 'La visione distorta dell'indifferenza', opera di Federica Iorio 'La visione distorta dell'indifferenza', opera di Federica Iorio 

S.Caterina da Siena, giovane voce per l'Europa

Il tradizionale omaggio floreale del Comune di Roma a Santa Caterina da Siena presso Castel Sant'Angelo, quest'anno si è arricchito di un momento speciale: la premizione dei giovani vincitori del concorso artistico-letterario in memoria di Rosa Stipo

Emanuela Campanile - Città del Vaticano

Due epoche lontane, due donne diverse. La prima esortava i governanti del suo tempo a ritrovare le ragioni della pace e della concordia nel Vecchio Continente; la seconda, si è sempre impegnata perchè i giovani conoscessero il pensiero della prima. Sono, Sanata Caterina da Siena - Compatrona d'Italia, d'Europa e Dottore della Chiesa - e Rosa Stipo, la docente alla cui memoria è stato indetto il premio artistico-letterario "Santa Caterina da Siena, una voce giovane per il rinnovamento d'Europa".

Il concorso

L'esperienza di queste due donne e di conseguenza il principio di pace e concordia sono stati i punti di partenza per rivolgere ai ragazzi delle scuole superiori di secondo grado della capitale e provincia, l'invito ad approfondire il modo in cui la voce dei giovani può essere richiamo alla costruzione di un' Europa capace di affermare le radici della propia identità comune. Adriana Del Giudice, Presidente di Mondi Vicini (l'Associazione che in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Cateriniani e l'Associazione Luigia Tincani per la promozione della cultura, ha dato origine al concorso) ha dichiarato: "E' importante che, sui passi di Santa Caterina, i ragazzi si riconoscano protagonisti della propria storia e del futuro dell'Europa".

La giovane voce di Caterina

Chiave di lettura per meglio comprendere il senso e l'importanza dell'impegno di questi giovani alunni, è una lettera datata intorno alla seconda metà del 1375 di Santa Caterina 'A un prelato anonimo': "Avete taciuto abbastanza. E' ora di finirla di stare zitti! Gridate con centomila lingue. Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito" (Oimé, non più tacere! Gridate con cento migliaia di lengue. Vego che, per lo tacere, el mondo è guasto - S. Caterina da Siena, Lettere, Edizione critica e commento a c. di Antonio Volpato, 2016).

Opere inedite

Gli studenti hanno realizzato opere inedite su tematiche ispirate dal pensiero della giovane santa senese, scegliendo tra quattro sezioni artistiche: letteraria, multimediale, musicale e figurativa. Per quest'ultima categoria, il premio è stato assegnato a Federica Iorio del 3° Liceo Scientifico, San Giuseppe del Caburlotto - Rm. Il dipinto, realizzato su tela con colori acrilici e in rilievo, s'intitola 'La visione distorta dell'indifferenza'. "Uno scatto dalla macchina fotografica di chi non vede la sofferenza altrui", come spiegato dalla giovane autrice.

Ascolta l'intervista a Federica Iorio
29 aprile 2018, 12:30