Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Trump presenta il piano di Strategia nazionale sulla sicurezza Trump presenta il piano di Strategia nazionale sulla sicurezza  (AFP or licensors)

Usa: riarmo nucleare contro la “super bomba” russa

Gli Usa svilupperanno testate a potenza ridotta. Trump: “valutata necessità di sicurezza globale”

Paola Simonetti - Città del Vaticano

Nuovo piano nucleare da parte degli Stati Uniti, con lo sviluppo di testate a potenza ridotta. Una politica che mira, sottolinea il Pentagono, a fronteggiare la Russia, già presente, insieme alla Cina, nella lista delle priorità sui Paesi rivali nella Strategia Nazionale sulla sicurezza degli Stati Uniti, pubblicata nel dicembre scorso.

Ed ecco che Trump da seguito ai suoi intenti con il "Nuclear Posture Review", il documento per rivedere il suo arsenale nucleare come deterrente verso l'uso delle armi più distruttive del mondo”. Una di queste è stata attribuita proprio alla Russia: i vertici militari statunitensi hanno rivelato, infatti, che avrebbe pronto un ordigno dalla potenza mai raggiunta di 100 megatoni, trasportabile con sottomarini e in grado di provocare tsunami di acqua radioattiva.

“Il piano statunitense - ha dichiarato Andrea Margelletti, presidente del Centro studi internazionali - è in linea con la volontà di avere un margine di vantaggio nei confronti della Russia, in un’ottica di difesa, anche nei confronti della Cina, che in un contesto di proliferazione nucleare appare quasi necessario per mantenere degli equilibri. Il nucleare è di fatto ormai uno strumento politico”.

Ascolta l'intervista ad Andrea Margelletti


 

03 febbraio 2018, 10:58