Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Migranti nigeriani Migranti nigeriani  (AFP or licensors)

Macerata: da un’auto colpi contro gli immigrati, 6 feriti

Un uomo – fermato dalla polizia - spara da un’auto contro gli extracomunitari per le vie di Macerata. Il vescovo della città mons. Marconi in difesa degli immigrati e condanna gli spacciatori

Luca Collodi - Città del Vaticano

Aveva una pistola ed era solo in macchina l'uomo che ha fatto fuoco sui passanti a Macerata, ferendo sei persone, tutti migranti extracomunitari. L'uomo è stato fermato dalle forze dell'ordine. Il vescovo della città marchigiana, mons. Nazzareno Marconi, stava celebrando una Messa per la vita consacrata, proprio in via Cairoli dove è avvenuta la sparatoria. La Curia ha interrotto gli incontri di preghiera della comunità nigeriana proprio per garantirne la sicurezza. Si indaga sulle motivazioni all'origine del gesto, non è escluso che l'accaduto sia in qualche modo legato alla vicenda di Pamela Mastropietro, la ragazza uccisa e sezionata nei giorni scorsi a Macerata. Mons. Marconi all’omelia della Messa di questa mattina aveva messo in guardia dalla piaga del narcotraffico

Ascolta l'intervista a mons. Marconi
03 febbraio 2018, 13:49