Versione Beta

Cerca

Vatican News
Partecipanti alla conferenza in Kuwait Partecipanti alla conferenza in Kuwait  (AFP or licensors)

Al via la Conferenza internazionale per la ricostruzione dell'Iraq

Ha preso il via oggi a Kuwait City la Conferenza internazionale per la ricostruzione dell'Iraq. L’evento, in programma fino a mercoledì, punta a raccogliere i fondi necessari per finanziare la rinascita del Paese arabo, messo in ginocchio da tre anni di guerra contro l’Is

Elvira Ragosta - Città del Vaticano

L'incontro, co-presieduto da Kuwait e Iraq, vede la partecipazione dirappresentanti delle Nazioni Unite, dell'Unione Europea e della Banca Mondiale.
Secondo il governo iracheno per la ricostruzione sono necessari 88,2 miliardi di dollari.

Per Andrea Plebani, ricercatore Ispi e docente di geopolitica alla Cattolica, la Conferenza di Kuwait City, è un evento molto rilevante per almeno due fattori: il primo è il fatto di essere ospitato da un Paese della regione, vicino all’Iraq e tra i primi ad avvicinarsi al nuovo Iraq; poi è importante anche perché segnala la svolta che è avvenuta, soprattutto nel corso dello scorso anno, relativa alla lotta ingaggiata dalle forze di sicurezza irachena e dalla coalizione internazionale contro il sedicente Stato Islamico. “E’ il tentativo di passare – aggiunge Plebani - da una fase di scontro militare, di lotta sul campo, al tentativo di ricostruire e di andare oltre una fase emergenziale che non si è chiusa completamente ma che comunque segnala l’inizio potenzialmente di una nuova era”.

Ascolta e l’intervista ad Andrea Plebani
12 febbraio 2018, 13:32