Cerca

Vatican News
Aiuti alla popolazione yemenita colpita dal conflitto Aiuti alla popolazione yemenita colpita dal conflitto  (AFP or licensors)

Yemen: attacco dei separatisti ad Aden

In Yemen un gruppo di separatisti del Sud ha circondato oggi il palazzo presidenziale ad Aden. Nella capitale del governo provvisorio i combattimenti tra le forze governative e separatisti, in corso da due giorni, hanno provocato 36 morti e 180 feriti

Elvira Ragosta - Città del Vaticano

In Yemen un gruppo di separatisti del Sud ha circondato oggi il palazzo presidenziale ad Aden. Nella capitale del governo provvisorio i combattimenti tra le forze governative e separatisti, in corso da due giorni, hanno provocato 36 morti e 180 feriti.

Attentato suicida nello Shabwa

Su un altro fronte, nella provincia di Shabwa un attentatore suicida si è fatto esplodere a bordo di un’auto contro un checkpoint, provocando la morte di 15 militari. L'attacco non è stato rivendicato, ma le autorità puntano il dito contro la cellula locale di al-Qaeda che ha intensificato gli attacchi contro le forze di sicurezza nel sud.

Attacco dei separatisti clanico-tribali 

In Yemen, spiega Giuseppe Dentice, ricercatore Ispi, c’è un conflitto nel conflitto e la situazione è in continuo divenire. Riguardo a quanto sta accadendo ad Aden, aggiunge Dentice, le forze che stanno prendendo il sopravvento sono quelle separatiste: dei gruppi clanico-tribali legati tradizionalmente alle forze separatiste della Repubblica di Aden degli anni ’60 che, in alleanza con le forze internazionali sostenute dagli Emirati, stanno guidando un’azione di forza contro il governo provvisorio retto da Hadi ad Aden. L’obiettivo dei separatisti è la rimozione dell’attuale governo, ritenuto incapace di gestire la situazione attuale, e di dare slancio alle trattative per definire una nuova forma di Stato Yemenita

Ascolta l'intervista a Giuseppe Dentice
30 gennaio 2018, 13:14