Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Il dialogo e la cultura per la promozione della pace Il dialogo e la cultura per la promozione della pace  (AFP or licensors)

Attraverso la cultura più stabilità e pace nel mondo

Il mondo in cui viviamo ha bisogno di dialogare di più e meglio. Fondamentale il ruolo della cultura, quale elemento di diplomazia, stabilità e pace. Se ne è parlato a Roma al Convegno spromosso dall'europarlamentare, Silvia Costa

di Giancarlo La Vella

Il mondo in cui viviamo ha bisogno di dialogare di più e meglio di fronte alle emergenze e alle crisi che si susseguono senza soluzione di continuità. Fondamentale il ruolo della cultura, quale elemento di diplomazia, stabilità e pace, ma anche l'educazione, la formazione e la ricerca, come punti chiave nelle politiche di cooperazione con Paesi terzi. Questo il tema del Convegno sulla diplomazia culturale, tenutosi a Roma, promosso dall'europarlamentare, Silvia Costa, con la partecipazione, tra gli altri, dell’Alto Rappresentante europeo per gli Affari esteri, Federica Mogherini, e del vicepresidente del Parlamento Europeo, David Sassoli..

Immigrazione, lotta al terrorismo, ma anche la crisi nord coreana e quella catalana, forse avrebbero bisogno di un confronto diverso da quello con cui abitualmente vengono affrontate queste questioni. Secondo l'on. Silvia Costa, le Chiese hanno un ruolo fondamentale nel creare nuovi percorsi di dialogo tra gli attori internazionali per la soluzione di tutte le gravi emergenze internazionali.

Ascolta l'intervista all'on. Silvia Costa
30 ottobre 2017, 12:54