Cerca

Vatican News
La Comece chiede all'Unione Europea di affrontare il problema della povertà La Comece chiede all'Unione Europea di affrontare il problema della povertà  (AFP or licensors)

Covid-19, Comece: l’Unione Europea ascolti il grido dei poveri

La Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea propone una serie di buone pratiche per affrontare il moltiplicarsi delle fragilità dovute alla pandemia. Esorta l’Ue ad un approccio multidimensionale per “non lasciare indietro nessuno”

Vatican News

“Ascoltare il grido dei poveri nel contesto della pandemia Covid-19 e della sua ripresa” è la dichiarazione della Comece, Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea, che interviene sulla difficile situazione sociale generata dall’emergenza sanitaria. Nella nota si propongono alcune buone pratiche e raccomandazioni alle istituzioni su come rafforzare la lotta alla povertà in Europa, puntando a ridurre l’emarginazione e ad una maggiore inclusione integrale.

 

Un particolare focus viene fatto anche sull’attività della Chiesa cattolica, in tempo di pandemia, che non ha mancato di offrire il suo sostegno spirituale e materiale alle persone in povertà, rispondendo ai loro bisogni più urgenti. Nella nota ci sono esempi di "buone pratiche" messe in atto in diversi luoghi d'Europa attraverso varie istituzioni e con il sostegno di diverse reti Caritas e di partner nazionali, regionali o local.

Da qui le raccomandazioni della Commissione Affari Sociali della Comece che includono: a) il rafforzamento dell'assistenza materiale e alimentare nell'ambito dei finanziamenti dell'UE; b) una migliore misurazione della povertà che corrisponda alla realtà attuale; c) facilitare l'accesso ad alloggi economici e dignitosi; d) prevenire meglio il sovraindebitamento; e) promuovere un lavoro dignitoso, un'istruzione di qualità e la solidarietà.

"Ogni riflessione e azione in materia di lotta alla povertà - afferma monsignor Hérouard - dovrebbe mirare a ridurre l'emarginazione e a rafforzare un'inclusione più integrale, cioè la partecipazione economica, sociale e politica".

14 ottobre 2021, 11:00