Cerca

Vatican News
India. Ammalati di Covid-19 attendono l'ossigeno India. Ammalati di Covid-19 attendono l'ossigeno  

Covid. India, Alencherry: l’ossigeno medicinale è un diritto umano

Un forte appello al governo federale e alle autorià dei singoli stati indiani arriva dal cardinale Alencherry perchè l'ossigeno sia messo a disposizione delle persone affette da coronavirus. E' un diritto, afferma, come il pane e il vestito

Anna Poce - Città del Vaticano

"Affrontare la disponibilità di ossigeno medicinale come un diritto umano fondamentale e prendere immediatamente tutte le misure necessarie per renderlo disponibile alle persone che stanno lottando duramente aggrappandosi alla loro vita negli ospedali e nei centri sanitari". È l’appello lanciato nei giorni scorsi al governo federale indiano, e riportato da UCA News, dal cardinale George Alencherry, capo della Chiesa cattolica siro-malabarese di rito orientale e presidente del Consiglio dei vescovi cattolici del Kerala, in un momento in cui il Paese si trova ad affrontare una mancanza di ossigeno medicinale senza precedenti, che sta causando la morte di centinaia di pazienti affetti da Covid-19.

Strutture sanitarie al collasso 

L'India ha iniziato a registrare più di 300.000 nuovi casi di coronavirus al giorno nell'ultima settimana, 2771 sono state le vittime nelle ultime 24 ore. Le strutture mediche del Paese sono al collasso. I pazienti stanno morendo sia nelle loro case, non potendo ottenere un letto nelle strutture sanitarie, sia all'interno degli ospedali per mancanza di ossigeno. Le strutture ospedaliere governative e private, a Nuova Delhi e in altri Stati, hanno iniziato a respingere i malati gravi di Covid-19, bisognosi di ossigeno, e i media hanno diffuso immagini raccapriccianti di pazienti moribondi nelle ambulanze davanti ai nosocomi. E, secondo Il numero dei morti per covid

L'ossigeno essenziale come il cibo

E' davanti a questo tragico scenario, che il cardinale Alencherry ha affermato che dovere del governo è quello di rendere disponibile l'ossigeno medicinale in tutti gli ospedali e centri sanitari indiani. Il porporato ha esortato i governi federali e statali a considerare l'ossigeno medicinale alla stregua di un diritto umano, poiché la sua commercializzazione in nero e i prezzi esorbitanti stanno avendo un impatto devastante sulla popolazione più povera. L’ ossigeno, ha precisato, "dovrebbe essere trattato al pari del cibo, dei vestiti e di un riparo". “Di solito parliamo di cibo, vestiti e riparo come bisogni umani fondamentali che un governo dovrebbe fornire alla sua gente. Ora - ha concluso -, con la crescente diffusione del Covid-19, la vita delle persone è in estremo pericolo e c'è grande richiesta di ossigeno medicinale per la sopravvivenza".

27 aprile 2021, 16:14