Cerca

Vatican News
Monsignor Ruben Tierrablanca vicario apostolico Istambul Monsignor Ruben Tierrablanca vicario apostolico Istambul 

Covid-19: è morto monsignor Tierrablanca Gonzales, Vicario Apostolico di Istanbul

È successo martedì sera:il vescovo appassionato e aperto al dialogo, dopo una lunga lotta con la malattia si è spento, lasciando un grande vuoto nella sua comunità in Turchia dove era Vicario apostolico e Presidente della Conferenza Episcopale

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

"Che nostro Signore Gesù lo accolga in Cielo. I cattolici turchi e coloro che hanno avuto l'opportunità di lavorare con lui lo ricordano con gratitudine", ha scritto ieri sera la conferenza episcopale turca annunciando la morte dell'uomo che ne era stato presidente dal 2018. La Congregazione per le Chiese Orientali ha risposto su Twitter: "Riposa in pace! Il nostro amato fratello monsignor. Ruben Tierrablanca Gonzalez, Vicario Apostolico di Istanbul, è morto. Il Signore gli conceda la pace eterna". Altre voci dalla Turchia e dal Medio Oriente salutano la memoria di un pastore gioviale tanto attento e aperto al dialogo ecumenico e interreligioso. Il vescovo aveva contratto il Covid-19 ed era stato ricoverato agli inizi di dicembre all’ospedale universitario di Koç. Le sue condizioni si erano subito rivelate critiche tanto da essere messo in terapia intensiva e intubato, ma alla fine dopo tre lunghe settimane di sofferenza, la malattia ha avuto la meglio.

La vita e la spiritualità francescana

Il vescovo Rubén Tierrablanca González  era nato il 24 agosto 1952 nel Messico centrale. Aveva frequentato il seminario minore francescano e poi era entrato in noviziato il 22 agosto 1970. Il 2 agosto 1977 aveva emesso la professione solenne e il 29 giugno dell’anno successivo era stato ordinato presbitero. Dal 1978 al 1980 era stato formatore nel locale seminario francescano poi, nel 1983 era stato inviato a Roma per studiare per la licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico. Nel 1992 era stato nominato Rettore degli studenti della Pontificia Università Antonianum di Roma e poi Guardiano della Curia generalizia in Roma (1997-2003). Dal 2003 era Guardiano dei Frati minori di Istanbul, della Fraternità internazionale per il dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, e parroco a Santa Maria Draperis in Istanbul.

Il 16 aprile 2016 papa Francesco lo aveva nominato Vicario apostolico di Istanbul, Amministratore apostolico di Costantinopoli dei greci e vescovo titolare di Tubernuca. Aveva ricevuto l’ordinazione episcopale l’11 giugno successivo dal cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali. Dal 2018 era presidente della Conferenza episcopale della Turchia.

23 dicembre 2020, 13:50