Cerca

Vatican News

Rapporto McCarrick, i vescovi Usa: profondo dolore per le vittime

L'arcivescovo di Los Angeles José H. Gomez, presidente della Conferenza episcopale statunitense, commenta il documento della Segreteria di Stato sull'ex cardinale e riafferma: "Continuiamo a lottare per la conversione del nostro cuore"

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

“Alle vittime di McCarrick e alle loro famiglie, e a ogni vittima sottomessa di abusi sessuali da parte del clero, esprimo il mio profondo dolore e le mie più profonde scuse”. È quanto scrive in una dichiarazione il presidente della Conferenza episcopale degli Stati Uniti, l'arcivescovo di Los Angeles José H. Gomez, riguardo il "Rapporto sulla conoscenza istituzionale e il processo decisionale della Santa Sede riguardante l’ex cardinale Theodore Edgar McCarrick". “Questo - afferma nel comunicato monsignor Gomez - è un altro tragico capitolo della lunga lotta della Chiesa per affrontare i crimini di abusi sessuali commessi dal clero". “Io e i miei fratelli vescovi - si legge ancora - siamo impegnati a fare tutto ciò che è in nostro potere per aiutarvi ad andare avanti e per assicurare che nessuno soffra ciò che siete stati costretti a soffrire”. 

Monsignor Gomez: preghiera e conversione

L’esortazione rivolta a tutti coloro che hanno subito abusi da parte di un prete, di un vescovo o di qualcuno nella Chiesa, è quella di denunciare tali crimini alle forze dell'ordine e alle autorità ecclesiali. L'arcivescovo di Los Angeles ricorda inoltre che si possono trovare informazioni su come e dove denunciare casi di abusi anche attraverso questa pagina su internet della Conferenza episcopale degli Stati Uniti. Il Rapporto su McCarrick, ricorda infine il presule, sottolinea la necessità di pentirsi e di crescere nell'impegno a servire il popolo di Dio. "Continuiamo tutti a pregare e a lottare per la conversione del nostro cuore e per seguire Gesù Cristo con integrità e umiltà".

10 novembre 2020, 15:19