Cerca

Vatican News
Colombe simbolo della pace Colombe simbolo della pace 

Covid, annullata la Marcia per la pace di fine anno

Un webinar di riflessione e testimonianze sul tema del Messaggio che il Papa offrirà per la Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio 2021: questo sostituirà la tradizionale Marcia che la pandemia impedisce di svolgere nelle consuete modalità

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

L'appuntamento è rimandato al 31 dicembre 2021, a Savona : lo rendo noto oggi il Comitato organizzatore della Marcia nazionale per la pace di fine anno, costituito dalla Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, dalla Caritas italiana, dall'Azione cattolica italiana e da Pax Christi Italia. Sarà la prima volta da quando, a Sotto il Monte nel 1968, l'iniziativa è stata avviata dopo l'istituzione della Giornata della pace da Paolo VI, per ricordare al mondo la necessità di essere operatori di pace. L'anno scorso era stata Cagliari ad accogliere la manifestazione giunta alla sua 52ma edizione. 

"In questo momento di sofferenza e di rischio contagi - si legge nel comunicato diffuso dalla Cei -  la nostra scelta è motivata dalla volontà di testimoniare la pace anche attraverso la disponibilità a prenderci cura della salute e della vita delle persone". Alla tradizionale Marcia del 31 dicembre sarà sostituita comunque una riflessione, tramite webinar, con testimonianze sul Messaggio che il Santo Padre, offrirà per la Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio 2021. Resta dunque intatto l'impegno a far conoscere i contenuti del Messaggio e ad offrire un Sussidio di Preghiera per famiglie, comunità, gruppi, associazioni e movimenti che desiderano unirsi alle intenzioni di papa Francesco e di tutta la Chiesa.

Il valore della pace - scrivono gli organizzatori - è troppo prezioso perché non diventi un bene da condividere giorno dopo giorno - in cammino con le donne e gli uomini di buona volontà - nelle nostre parrocchie e diocesi. L’invito a tutti è di non lasciare cadere nel vuoto questa occasione per vivere nell’intimità delle nostre case, un impegno per essere “architetti e artigiani” di pace.

27 novembre 2020, 16:10