Cerca

Vatican News
 Vescovi Australiani dal Papa - 2019 Vescovi Australiani dal Papa - 2019   (Vatican Media)

Australia, vescovi in plenaria: in primo piano la lotta agli abusi

Fino al 27 novembre on-line i presuli affronteranno la governance e il coordinamento nel contrasto a questa piaga nella Chiesa cattolica

Lisa Zengarini - CIttà del Vaticano 

Dopo quella dello scorso maggio, anche la sessione autunnale della Conferenza episcopale Australiana (Acbc) si terrà in modalità virtuale. L’assemblea era prevista inizialmente a Melbourne, ma la seconda ondata del Covid-19 nella città ha reso impossibile la presenza fisica dei vescovi che si riuniranno a partire da oggi fino al 27 novembre on-line.

Lotta ai casi di abuso: nuovo ufficio di coordinamento

In primo piano durante i lavori l’aggiornamento delle strutture e delle pratiche messe in piedi dalla Conferenza episcopale nella lotta contro la pedofilia e in particolare l'istituzione di un nuovo ufficio centrale per coordinare la gestione dei casi di abuso sessuale nella Chiesa. L’organismo subentrerà nel 2021 al "Catholic Professional Standards Limited" (Cpsl), creato nel 2016. Esso incorporerà anche le funzioni di vari altri enti cattolici creati in questi anni per rispondere alle denunce. “Basandosi sull’eccellente lavoro svolto delle agenzie esistenti - ha affermato il presidente dell’Acbc, monsignor Mark Coleridge, - sarà uno strumento più efficace e più efficiente per affrontare queste questioni delicate". All’esame dei vescovi australiani anche il nuovo Protocollo nazionale di risposta ai casi di abuso che prevede procedure più uniformi e focalizzate sulle vittime. "L’elaborazione del Protocollo è stato complesso e approfondito e vi hanno partecipato diversi soggetti interessati, compresi i sopravvissuti e chi li sostiene", ha spiegato monsignor Coleridge. “Esso garantirà a chi sporge denuncia che il suo caso sarà trattato allo stesso modo in ogni parte del Paese, indipendentemente da quando o dove l'abuso si è verificato".

Corresponsabilità nella governance della Chiesa cattolica

Altro importante tema all’ordine del giorno dell'assemblea il Rapporto sulla promozione della corresponsabilità nella governance della Chiesa cattolica in Australia (The Light from the Southern Cross: Promoting Co-Responsible Governance in the Catholic Church in Australia). Presentato la scorsa primavera il documento è stato commissionato dalla Conferenza episcopale, in seguito a una raccomandazione della Royal Commission, la Commissione federale sulle risposte delle istituzioni agli abusi sessuali contro i minori. Lungo 200 pagine, contiene 86 raccomandazioni che indicano quelli che dovrebbero essere i punti chiave per un buon governo della Chiesa in Australia: sussidiarietà, buona amministrazione, sinodalità, dialogo, discernimento e leadership offrendo suggerimenti concreti su come rafforzare il ruolo dei laici e assicurare una loro adeguata corresponsabilità, sia a livello a livello parrocchiale che diocesano.

24 novembre 2020, 07:47