Cerca

Vatican News
White House a Washington White House a Washington 

Presidenziali Usa, i vescovi avviano una novena di preghiera

Si tratta di una speciale “novena elettorale” on-line pensata ogni giorno con intenzioni particolari, dall'impegno dei cattolici, alla pace sociale, alle implicazioni morali delle decisioni politiche fino al giorno dopo il voto, quando i cattolici americani sono invitati a pregare perché i nuovi eletti siano guidati dallo Spirito Santo

Lisa Zengarini - Città del Vaticano

Come per le presidenziali del 2016, anche per l’Election Day del prossimo 3 novembre, la Conferenza episcopale degli Stati Uniti (Usccb) invita i cattolici a partecipare a una speciale una speciale “novena elettorale” on-line che li aiuti a votare con discernimento alla luce degli insegnamenti della Chiesa. 

Ogni giorno una intenzione

Per nove giorni consecutivi, dunque, i partecipanti saranno incoraggiati a pregare un Padre Nostro, Ave Maria e Gloria per le intenzioni del giorno collegandosi al sito www.usccb.org/2020-election-novena  Nella prima giornata i fedeli pregheranno per chiedere che l’impegno politico dei cattolici in questo periodo di pandemia sia guidato dalla fede. Il giorno successivo si pregherà contro il razzismo e per la pace tra le comunità negli Stati Uniti, dopo le tensioni razziali che hanno segnato in modo particolare questo 2020, mentre il 28 ottobre i cattolici invocheranno un confronto civile tra i candidati nelle ultime battute della campagna elettorale. Il quarto giorno pregheranno quindi per potere capire meglio “le implicazioni morali ed etiche delle decisioni politiche” e decidere di conseguenza. Il 30 ottobre i fedeli sono invece invitati a pregare perché gli eletti “difendano la dignità fi ogni vita umana” e il giorno successivo perché i cattolici siano informati sugli insegnamenti sociali della Chiesa.

Accompagnare i responsabili politici e i cattolici al voto

Nella giornata del 1.mo novembre si chiederà una politica che sia focalizzata sulla “dignità della persona umana e sul bene comune”. Alla libertà religiosa e al dovere dei cattolici “di difenderla ed esercitarla come cittadini fedeli” sarà dedicata l’ottava giornata della novena, mentre il 3 novembre la Chiesa statunitense pregherà perché l’impegno politico dei cattolici sia illuminato dalla fede. Infine. il giorno dopo il voto, i cattolici americani pregheranno perché i nuovi eletti siano guidati dallo Spirito Santo.

Per ulteriori approfondimenti, il sito rinvia alla lettera pastorale “Forming Consciences for Faithful Citizenship – Formare le coscienze per una cittadinanza fedele”, il documento pubblicato ogni quattro anni dalla Usccb in vista delle elezioni presidenziali. Il testo suggerisce ai fedeli di dare priorità alla fede rispetto alla politica partigiana e di impegnarsi attivamente nella vita civile per rispondere ai pressanti problemi dei nostri giorni. Alla lettera sono ispirati quattro video pubblicati dalla Usccb su YouTube lo scorso febbraio. I video, in inglese, spagnolo, tagalog e vietnamita terminano tutti con una preghiera e sono tematici: il primo è sulla partecipazione, il secondo sulla protezione della vita e della dignità umana, il terzo sul bene comune e il quarto sul servizio al prossimo.

23 ottobre 2020, 11:29