Cerca

Vatican News
Bambino indigeno brasiliano Bambino indigeno brasiliano  (ANSA)

In Brasile al via la Settimana per la vita

Da oggi fino al 7 ottobre l’iniziativa sul tema “La vita: dono e impegno”. Molte le iniziative in programma che culmineranno l’8 ottobre con la “Giornata del nascituro”

Isabella Piro – Città del Vaticano

È dedicata al tema “La vita: dono e impegno” la Settimana nazionale per la vita (Snv) che la Conferenza episcopale del Brasile (Cnbb) organizza da oggi fino al 7 ottobre. L’iniziativa culminerà poi con la “Giornata del nascituro” dell’8 ottobre. L’evento – affermano i vescovi -  vuole “sottolineare il valore della vita umana come dono di Dio e la necessità di promuovere la cura di tale dono dal concepimento fino alla morte naturale”. Quest'anno il tema della Snv riprende quello della Campagna della Fraternità, ovvero l’iniziativa di solidarietà che si svolge nel tempo di Quaresima.

Portare il Vangelo della vita

“Siamo invitati a vivere ogni giorno di questa Settimana – spiega monsignor Ricardo Hoepers, presidente della Commissione episcopale per la Vita e la famiglia - con la predisposizione d’animo di portare il Vangelo della vita nei cuori di coloro che hanno bisogno di cura e attenzione”. Il tutto mentre la pandemia da Covid-19 in Brasile ha fatto registrare oltre 4milioni di casi positivi e più di 140mila morti. Una vera crisi sanitaria, dunque, alla quale si aggiunge una forte crisi sociale che si ripercuote sulle famiglie: “Con la crisi della famiglia, crolla l’intera società”, sottolinea monsignor Hoepers, perché “la famiglia è il luogo in cui la vita, dono di Dio, può essere adeguatamente accolta e protetta dai molteplici attacchi a cui è esposta e può svilupparsi secondo le esigenze di un’autentica crescita umana”.

Proteggere la vita

Momento di preghiera, celebrazione, condivisione e sensibilizzazione della comunità sui valori della vita e della famiglia, dunque, la Snv vedrà in tutte le diocesi, le parrocchie e le comunità del Paese diverse “attività mirate alla riflessione sulla cura, la protezione e la dignità della vita umana”. "Siate creativi – è l’invito di monsignor Hoepers -organizzate iniziative che aiutino le persone a promuovere maggiormente la vita e la sua tutela”. Nel contesto dell’emergenza sanitaria, naturalmente, la proposta è di utilizzare gli strumenti digitali per realizzare, ad esempio, videoconferenze con legislatori, esperti o altre autorità su questo tema. La Commissione episcopale per la Vita e la famiglia, dal suo canto, organizzerà due celebrazioni nazionali che potranno essere seguite in diretta sui social network: oggi, primo ottobre, alle ore 18.00, si terrà una Santa Messa presieduta da monsignor Hoepers nella Cattedrale di San Pietro a Rio Grande. L'8 ottobre, invece, il presidente della Cnbb, monsignor Walmor Oliveira de Azevedo, presiederà la celebrazione eucaristica conclusiva della Settimana. Istituita nel 2005, durante la 43.ma Assemblea generale della Cnbb, la Snv intende anche richiamare l’importanza del “diritto alla tutela non solo della vita, ma anche della salute, dell'alimentazione, del rispetto e di una nascita sana”, accrescendo così nella popolazione “la consapevolezza del significato e del valore della vita umana in ogni sua fase”.

01 ottobre 2020, 08:00