Cerca

Vatican News
Sostenere l'alimentazione dei bimbi poveri: lo scopo di Mary’s Meals Charity Run Sostenere l'alimentazione dei bimbi poveri: lo scopo di Mary’s Meals Charity Run   (AFP or licensors)

Slovacchia: l’iniziativa per dare un pasto ai poveri sostenuta anche dal Papa

Mary’s Meals Charity Run è la gara di beneficienza del prossimo 19 settembre per garantire cibo ai bambini di numerosi Paesi africani e non solo

Davide Dionisi – Città del Vaticano

 “Gesti piccoli che cambiano il mondo”. Tra i protagonisti della Mary’s Meals Charity Run, anche il velocista slovacco Ján Volko, che quest’anno è uno dei testimonial della nota gara di beneficenza che garantisce un pasto ad un bambino povero, per un intero anno scolastico, aiutandolo così ad imparare a leggere e a scrivere. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno che ha portato nelle casse degli organizzatori denaro per l’acquisto di ben 43mila pasti, l’iniziativa si ripeterà a partire dal 19 settembre prossimo a Tatranská Lomnica. Nel frattempo ne è partita una “virtuale” nei giorni scorsi in tutta la Slovacchia che si concluderà domenica prossima.

Accanto ai bambini poveri

 

La quota di iscrizione è di 18.30 euro, ovvero la cifra necessaria all’acquisto del pasto per un bambino per un anno intero. “Il vitto viene preparato dai volontari nelle stesse scuole, utilizzando prodotti coltivati sul posto. Il cibo richiama l’attenzione di piccoli che, altrimenti, non frequenterebbero i corsi” spiega Alexandra Murínová, coordinatrice e volontaria di Mary’s Meals Slovacchia. A beneficiarne 1.667.067 bambini del Malawi, Liberia, Zambia, Zimbabwe, Haiti, Kenya, India, Sud Sudan, Uganda, Etiopia, Benin, Libano, Siria, Myanmar, Thailandia, Ecuador, Nigeria, Madagascar e Romania. “Tra i sostenitori figurano anche Papa Francesco e la Regina Elisabetta” rivela Murínová, aggiungendo che “con questo modello low cost, realizzabile grazie a 80mila volontari, riusciamo a sostenere anche le economie locali”. Mary’s Meals è un progetto nato nel 2002, quando Magnus MacFarlane-Barrow visitò il Malawi durante una carestia e incontrò una madre malata di Aids in fin di vita. “Magnus chiese al figlio della donna quali fossero i suoi sogni e le sue ambizioni. Il ragazzo rispose che avrebbe voluto mangiare tutti i giorni ed andare a scuola. Da lì partì l’avventura” racconta la volontaria. Papa Francesco incontrò il fondatore, l’11 maggio 2016 a margine dell’udienza generale. Dopo aver ascoltato il racconto dell’attività di Mary’s Meals, il pontefice incoraggiò il gruppo dicendo: “Avanti! Avanti! Avanti! Che Dio benedica il vostro lavoro".

13 settembre 2020, 10:20