Cerca

Vatican News
VIETNAM-HEALTH-LEPROSY VIETNAM-HEALTH-LEPROSY  (AFP or licensors)

Vietnam, Hung: seguire l’esempio dell’apostolo dei lebbrosi, il vescovo Cassaigne

Monsignor Jean Cassaigne trascorse la sua vita accanto ai lebbrosi sofferenti. Lo ricorda monsignor Joseph Do Manh Hung, vescovo di Phan Thiet, in Vietnam

Anna Poce - Città del Vaticano

Monsignor Joseph Do Manh Hung, nominato vescovo di Phan Thiet lo scorso dicembre, ha invitato i cattolici a prendere come modello un missionario francese, il vescovo Jean Cassaigne – riporta UCA news – che ha trascorso tutta la vita tra i lebbrosi, invitandoli a pregare per l'apertura della fase diocesana della causa di beatificazione. 

La vita

Padre Cassaigne, membro della Società delle Missioni Estere di Parigi (MEP), arrivò in Vietnam nel 1926 e un anno dopo fu assegnato alla missione Di Linh. Cominciò qui a raccogliere e curare i lebbrosi abbandonati dai loro familiari e nel 1929 fondò il Di Linh Leprosarium, oggi servito dalle Figlie della Carità delle suore di San Vincenzo de' Paoli. Nel 1941, fu nominato vescovo di Saigon (oggi Ho Chi Minh City), ma quattordici anni dopo si dimise e tornò a servire i lebbrosi a Di Linh.

Trascorrendo tutto il resto della sua vita accanto ai lebbrosi sofferenti – racconta monsignor Hung - e offrendo loro cure, cibo, medicine e alloggio, alla fine fu contagiato dalla malattia, che vedeva – continua Hung – “come il dono di Dio per assaporare l'estrema miseria dei lebbrosi". Morì nel 1973, esaudendo i suoi desideri più profondi: soffrire una grande miseria per tutta la vita per Gesù e per tutti e riposare in pace tra i suoi figli lebbrosi.

L'apostolo dei lebbrosi

Il vescovo di Phan Thiet, a capo della Commissione episcopale per il Clero e i Seminaristi, ha spiegato come la Chiesa abbia iniziato nel 2000 a fare i preparativi necessari per aprire la fase diocesana della causa di beatificazione del defunto vescovo Cassaigne e ha ricordato che nell'ottobre 2019 la Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli con le Pontificie Opere Missionarie ha proposto “l’apostolo dei lebbrosi” come esempio di fede e di missione.

Poiché la documentazione richiesta per l’apertura della fase diocesana ha bisogno di un miracolo a lui attribuito, monsignor Hung ha invitato i cattolici "a pregare Dio affinché faccia la grazia attraverso l'intercessione del vescovo Cassaigne". A questo scopo, a tutte le famiglie cattoliche sono state distribuite copie della sua biografia e una preghiera da recitare per l'apertura della causa di beatificazione.

03 giugno 2020, 13:14