Cerca

Vatican News
Postazioni di soccorso ai migranti tra Venezuela e Colombia Postazioni di soccorso ai migranti tra Venezuela e Colombia   (AFP or licensors)

Venezuela, 24 giugno preghiera interreligiosa per la fine della pandemia

Sarà on line a partire dalle ore 16 il grande momento di preghiera per il sud America organizzato dal Forum sociale formato da rappresentanti della Chiesa cattolica, della Chiesa evangelica, della Comunità ebraica, della Chiesa anglicana e del Consiglio delle Chiese storiche di Caracas

Roberta Barbi - Città del Vaticano 

Una giornata di preghiera, ma non solo, anche "di solidarietà, di fede, di speranza e di amore, senza distinzione di credo, di condizione sociale, economica, culturale o di parte": è questo il messaggio che il Forum sociale interreligioso del Venezuela ha rivolto al popolo venezuelano promuovendo l’iniziativa di mercoledì 24 giugno prossimo che si svolgerà a partire dalle ore 16 on line sulla piattaforma Zoom.

La pandemia e la crisi del Paese

Come si precisa sul sito dell’episcopato, la giornata di preghiera in comune è stata promossa a causa della grave situazione che il Paese sta attraversando per la pandemia da Coronavirus, una crisi che in questo momento è più sociale ed economica che sanitaria. "Come venezuelani soffriamo questa situazione e comprendiamo le necessità che il nostro popolo sta attraversando, dentro e fuori dal Paese", si legge nel messaggio del Forum che precisa come tutto si possa risolvere solo restando "uniti nel nostro impegno d'amore per il prossimo, come popolo di Dio”. “Siamo solidali diventando uno con voi, certi di contare sull'unico vero Dio, creatore di tutta l'umanità", aggiunge.

La roccia della fede

“Tutto il mondo riconosce il coraggio del nostro popolo in queste difficili circostanze", continuano dal Forum, affermando che "siamo un grande popolo, il Venezuela è una grande nazione e siamo sicuri che supereremo questa tempesta e la nostra casa rimarrà in piedi, perché l'abbiamo costruita, non sulla fragile sabbia del conformismo, ma sulla roccia forte e incrollabile della nostra fede".

Il Forum sociale interreligioso del Venezuela ha visto la luce il 22 aprile scorso ed è formato da rappresentanti della Chiesa cattolica, della Chiesa evangelica, della Comunità ebraica, della Chiesa anglicana e del Consiglio delle Chiese storiche di Caracas, con l'obiettivo di "rafforzare la capacità di integrazione e lo sforzo collettivo tra i diversi settori del Paese".

18 giugno 2020, 13:00