Cerca

Vatican News

“Progetto 13 giugno online”, la festa di Sant’Antonio in streaming

Domani mattina alle 6, la Basilica di Sant’Antonio di Padova aprirà i battenti nel giorno della festa del patrono. Fino alle 22.30 i fedeli potranno accedere rispettando le norme anti-Covid. Dirette tv e in streaming per assistere alle varie celebrazioni

Tiziana Campisi - Città del Vaticano

A Padova, dalle 6 alle 22.30 i fedeli potranno accedere alla "Basilica del Santo" rispettando le norme anti-Covid. Saranno disponibili 200 posti distanziati dentro il Santuario, 150 nel Chiostro del Noviziato - dove si potranno seguire le celebrazioni per la festa di Sant'Antonio da due megaschermi - e 240 saranno allestiti sul sagrato. L’audio delle celebrazioni raggiungerà inoltre il Chiostro della Magnolia per consentire al numero più alto possibile di devoti di partecipare. La Messa Pontificale, presieduta dal vescovo, monsignor Claudio Cipolla, è prevista alle ore 11.

La rievocazione del "Transito"

Questa sera alle 20, invece, è in programma lo storico “Transito di sant’Antonio” che ricorda gli ultimi attimi di vita del religioso francescano. A causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno l’evento - tra celebrazione religiosa e rievocazione storica – si svolgerà in forma ridotta all’interno del Santuario dell’Arcella e non partirà da Camposampiero. L’appuntamento è davanti al santuario, con la statua del Santo morente deposta sul carro, solitamente trascinato da buoi. I figuranti in costume alzeranno a spalla la scultura e la porteranno all’altare. All’interno, le scene della sacra rappresentazione, che tradizionalmente si svolgono in strada, avranno una durata minore. Non cambierà invece l’ultima scena, quella con le fatidiche parole “Video Dominum meum” (Vedo il mio Signore), con le quali il Santo concluse la sua vita terrena, che si articola di fronte alla “Cella del Transito”, il sacello da secoli tramandato come il luogo della morte del Santo. E non mancherà, poi, il festoso concerto delle campane che dall’Arcella si estenderà ai campanili di tutta la città, a ricordo della nascita al Cielo di Antonio. Narra una leggenda che a Lisbona, città natale del santo, le campane delle chiese avrebbero suonato spontaneamente proprio nel momento in cui Antonio spirava a Padova.

La musica per celebrare il Santo

La celebrazione del “Transito di sant’Antonio” potrà essere seguita in diretta televisiva su Rete Veneta (canale 18 DT in Veneto e canale 92 DT in Friuli Venezia Giulia) e sui canali web e social della Basilica di sant’Antonio. Alle 21.15 un concerto nella Basilica del Santo, chiuderà la vigilia della festa. Protagonista sarà Antonella Ruggiero, accompagnata da Roberto Olzer (organo), Adriano Sangineto (arpa celtica) e Roberto Colombo (vocoder e piano giocattolo). L’organo sarà lo strumento protagonista, ma per ogni singolo brano ogni altro strumento avrà il ruolo di conduttore, con gli altri a fare da contrappunto. Il repertorio prevede fra i brani sacri “Panis Angelicus” di Franck, il Kyrie dalla Missa Luba congolese, il Kyrie e Agnus Dei dalla Misa Criolla argentina, l’Ave Maria di Gounod, l’Ave Maris Stella di Thomas.

I progetti di solidarietà

Nel corso della serata saranno presentati i micro-progetti che Caritas Antoniana in questi mesi ha realizzato in varie regioni d’Italia per sostenere poveri e famiglie in difficoltà economica a causa del Coronavirus, e il “Progetto 13 giugno 2020” a favore delle vittime degli attentati terroristici nello Sri Lanka lo scorso anno. Dall’inizio della pandemia fino a fine maggio, in 9 regioni d'Italia, Italia sono stati attivati 12 progetti per un totale di 564.288 euro di finanziamento. Complessivamente i progetti per lo Sri Lanka e per l’emergenza coronavirus ammontano a oltre 1 milione e 47mila euro. L’attività di Caritas Antoniana nel 2019 ha invece toccato i 3 milioni e 360 mila euro di investimenti caritativi di cui hanno beneficiato oltre 1 milione e 130 mila persone in 41 paesi. Al centro l’Africa e il problema dell’accesso ai servizi sanitari di base. Il 71 per cento dei finanziamenti ha sostenuto nel continente 85 progetti (sui 130 complessivi) distribuiti in 20 paesi.

www.13giugno.org per raggiungere tutte le case

Domani, memoria liturgica di Sant’Antonio di Padova, la diretta televisiva sarà trasmessa per l’intera giornata. I frati della Basilica hanno messo in campo il “Progetto 13 giugno online” per portare la Solennità del Santo nelle case dei devoti. Il sito web dedicato e interattivo www.13giugno.org permetterà, registrandosi, anche di interagire digitalmente: si potrà dunque “toccare” la Tomba del Santo; scrivere una preghiera a sant'Antonio (che i frati stamperanno e porteranno alla Tomba del Santo); accendere una candela virtuale; fare una donazione a Caritas Sant’Antonio per i progetti di solidarietà; ricevere a casa il pane benedetto di sant’Antonio; pubblicare in diretta sul portale una preghiera, condividendola. Alle 12.30, su un elicottero messo a disposizione dall’Esercito, il Busto dorato che custodisce una reliquia di sant’Antonio si alzerà dall’aeroporto militare Allegri per raggiungere Schiavonia, dove la reliquia sosterà per una breve benedizione dinanzi all’ospedale e proseguirà poi per sorvolare Merlara, Vo’ Euganeo, Camposampiero e tutta Padova. Infine, al termine della Messa delle ore 17, presieduta da padre Roberto Brandinelli -superiore provinciale dei frati minori conventuali - la reliquia del Mento verrà portata in processione all’interno della Basilica e sul sagrato.

12 giugno 2020, 17:29