Cerca

Vatican News

Sovana celebra i mille anni dalla nascita di san Gregorio VII

La città toscana che nel 1020 diede i natali al Papa della lotta alle investiture e della scomunica ad Enrico IV, ricorda in un video il grande Pontefice e presenta la sua cattedrale millenaria, dedicata a San Pietro, ora aperta nuovamente al pubblico. Le spoglie del santo a Sovana fino al 14 settembre

Paolo Ondarza - Città del Vaticano

A mille anni dalla nascita di san Gregorio VII, nato Ildebrando di Soana, 157mo Papa della Chiesa Cattolica, la sua città natale Sovana, nella provincia toscana di Grosseto, lo ricorda con una serie di iniziative. La Cattedrale di San Pietro partecipa all'edizione virtuale della Lunga Notte delle Chiese 2020. Un video disponibile sul web e prodotto in collaborazione con il Museo di Palazzo Orsini, racconta la storia del grande Pontefice e conduce all'interno dello splendido edificio sacro costruito mille anni fa. La Cattedrale ancora oggi rappresenta il cuore e la chiesa madre della Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Le restrizioni dovute al virus Covid-19 hanno comportato un ripensamento delle celebrazioni inizialmente previste. La visita virtuale tuttavia non lascia delusi.

La presentazione del Millenario di san Gregorio VII

Visita virtuale alla Cattedrale di San Pietro

In pochi minuti è possibile soffermarsi e gustare ciò che la storia, l'architettura, l'arte e la fede conservano e raccontano di Sovana, della sua Cattedrale e del suo personaggio più illustre. Sorta nel XI secolo e completata nel XIV, la Cattedrale di Sovana fu edificata sui resti di una chiesa preesistente e reca in sè sia le caratteristiche delle costruzioni romaniche, archi a tutto sesto, che i primi elementi del linguaggio gotico, archi a sesto acuto. Pregevoli il portale di ingresso, in pietra, del secolo XI ed i capitelli riconducibili a tre stili diversi: a caratteri fitomorfi, a decorazioni zoomorfe, fino ad arrivare a decorazioni antropomorfe. Queste ultime riguardano celebri scene bibliche scolpite nella roccia: Abramo con le mogli, il Sacrificio di Isacco, Daniele nella fossa dei Leoni, Mosè che divide le acque, Adamo ed Eva nel paradiso terrestre.

Capitelli della millenaria cattedrale di San Pietro a Sovana
Capitelli della millenaria cattedrale di San Pietro a Sovana

Nel portale e nei capitelli scolpite scene bibliche

Un esempio eloquente di Bibbia dei poveri: trasmissione della fede attraverso le immagini rivolta a tutti coloro che accedevano nella cattedrale. All'interno, tra opere di scultura e pittura, si conserva l'urna e le spoglie del vescovo di Palermo San Mamiliano, ritiratosi in eremitaggio sull'isola di Montecristo ed evangelizzatore di questa parte della penisola italica.

Da Salerno il corpo di san Gregorio VII, fino al 14 settembre

Eccezionalmente in occasione del Millenario della nascita di Ildebrando di Soana nella Cattedrale è stato traslato il corpo di san Gregorio VII, proveniente dalla Cattedrale di Salerno. Il trasporto è avvenuto lo scorso 22 febbraio 2020 nella festa della Cattedra di san Pietro. Le spoglie del santo Papa rimarranno a Sovana almeno fino al prossimo 14 settembre, ma si fa sempre più concreta la possibilità di una proroga.

Il corpo di san Gregorio VII, traslato dalla cattedrale di Salerno
Il corpo di san Gregorio VII, traslato dalla cattedrale di Salerno

Don Monari: un precursore del dialogo con l'islam

"Ildebrando - spiega don Marco Monari, direttore dell'Ufficio Beni Culturali della Diocesi - si forma in tenera età alla vita religiosa. Diventerà Abate dell'Abbazia delle Tre Fontane e nell'aprile del 1073 sarà eletto al Soglio Pontificio. Un Papa che ha segnato il corso della storia non solo per la lotta alle investiture, per il Dictatus Papa (le 27 affermazioni sulle prerogative del Pontefice romano) e, per la scomunica ad Enrico IV, ma anche perché segna il culmine dell'ascesa della cultura europea. Gregorio VII - prosegue Monari - fu anche attivo precursore del dialogo interreligioso: in alcune sue lettere infatti è presente una corrispondenza con esponenti dell'islam di allora". 

Dalla visita virtuale al pellegrinaggio dal vivo: ora si può

Dallo scorso 31 maggio la Cattedrale di san Pietro è nuovamente aperta al pubblico in totale sicurezza. La visita virtuale dunque può fornire gli strumenti per preparare chiunque lo desideri al pellegrinaggio dal vivo in un luogo carico di bellezza e fede. 

Photogallery

Sovana, la città natale di san Gregorio VII
10 giugno 2020, 17:16