Cerca

Vatican News
2020.05.26 Cardinal Anders Arborelius vescovo cattolico di Stoccolma e Karin Johannesson, vescovo luterano di Uppsala Svezia 2020.05.26 Cardinal Anders Arborelius vescovo cattolico di Stoccolma e Karin Johannesson, vescovo luterano di Uppsala Svezia 

Svezia, primo ritiro spirituale ecumenico on line. Luterani e cattolici insieme

Dalla vigilia di Pentecoste si potrà partecipare all'iniziativa di preghiera ecumenica, collegandosi con un sito lanciato in rete per l’occasione, all’interno del quale saranno disponibili materiali di approfondimento, preghiere, video e riflessioni sui testi biblici

Davide Dionisi - Città del Vaticano

E’ il primo esperimento del genere e, per certi versi, del tutto inedito. Si tratta del primo ritiro spirituale ecumenico a cui parteciperanno cattolici e luterani. L’annuncio, e l’invito a partecipare, è arrivato direttamente dal cardinale Anders Arborelius, vescovo di Stoccolma, e da Karin Johannesson, vescovo della chiesa luterana di Uppsala. Tema dell’incontro, che comincerà il 30 maggio prossimo (vigilia di Pentecoste), è “La dimora interiore di Dio. Pace in tempi di crisi e paura”. Si potrà partecipare gratuitamente collegandosi con un sito lanciato in rete per l’occasione, all’interno del quale saranno disponibili materiali di approfondimento, preghiere, video e riflessioni sui testi biblici. L’appuntamento è settimanale e ci si incontrerà ogni sabato, rispettivamente il 30 maggio, appunto, e a seguire, il 6 giugno, il 13 giugno e il 20 giugno. “Vogliamo rispondere a questo tempo di crisi con profondità. Aiutare l’anima a trovare serenità” hanno fatto sapere.

Chi vuole potrà anche versare un contributo che verrà destinato al restauro del monastero delle carmelitane di Glumslöv e del convento protestante di Alsike. “In questo momento molti di noi vivono isolati. Più del solito. E questo può creare ulteriore disagio, ma lo Spirito Santo può aiutarci a trovare un significato più profondo di questo essere soli. Possiamo imparare ad ascoltare Dio, quando le altre voci sono afone. Possiamo scoprire di avere una dimora spirituale dentro di noi, dove il Signore stesso vive. Per questo abbiamo pensato ad una sala virtuale comune dove poter pregare insieme ed immergerci in una dimensione spirituale in un momento di stress e di preoccupazione” si sottolinea aggiungendo che “la chiesa non è solo un edificio, ma una comunità universale, dove lo Spirito ci lega a Gesù e tra noi”.

26 maggio 2020, 17:14