Cerca

Vatican News
Chiesa di San Tommaso D'Aquino, Toronto Chiesa di San Tommaso D'Aquino, Toronto   (2020 Getty Images)

Pasqua in Canada, vescovi: vincere la paura del coronavirus con la fede

Proclamiamo la Risurrezione di Cristo e andiamo avanti nella gioia: in tempo di pandemia e in cammino verso la Santa Pasqua i presuli canadesi in un messaggio incoraggiano quanti sono nella prova

Isabella Piro - Città del Vaticano

"Come affrontare le nostre paure? Come consolarci l'un l'altro in questi tempi?”: questa la domanda cruciale del messaggio pasquale del presidente della Conferenza episcopale del Canada (Cccb), Monsignor Richard Gagnon. Il documento – pubblicato sul sito della Cccb – fa riferimento ai “tempi di disperazione e sofferenza” attuali, sconvolti dalla pandemia da “Covid-19”.

Andare avanti nella gioia!

Molti infatti, scrive Monsignor Gagnon, “temono la perdita del lavoro e si preoccupano di come pagheranno l'affitto e sfameranno i loro figli”; i pazienti ricoverati in ospedale temono la solitudine dell’isolamento sanitario anti-contagio; le famiglie vedono stravolta la loro routine quotidiana e la comunità cristiana si interroga su come vivere la Pasqua, dato il divieto di partecipare alle celebrazioni eucaristiche in chiesa. Ma la risposta dei vescovi canadesi è chiara: “Dobbiamo rispondere andando avanti nella gioia, fiduciosi in Cristo risorto – si legge nel messaggio - mentre sperimentiamo la quarantena e l'incertezza economica, più che mai dobbiamo annunciare che Cristo è risorto, ci ha salvati dai nostri peccati ed è sempre con noi”.

Proclamiamo la Risurrezione di Cristo

“Gesù ci rassicura con le parole ‘Non abbiate paura’ – ribadisce Monsignor Gagnon - Come persone di fede, la nostra paura cede il passo alla gioia nell'incontro quotidiano con Cristo nell'Eucaristia, nella comunione spirituale, nelle Scritture, nella preghiera, nella recita del Rosario e nel servizio compassionevole e amorevole gli uni agli altri”. Questi incontri, “anche se avvengono attraverso i social media – sottolinea la Cccb - ci danno il coraggio e la convinzione della nostra fede”. Anche in “questi tempi più difficili”, infatti, l’invito dei presuli è a “proclamare con coraggio la morte e la risurrezione di Cristo attraverso le nostre parole e le nostre azioni”.

Di qui, l’esortazione della Chiesa canadese ad “affrontare le paure con gli occhi della fede”, così da “realizzare un'autentica e duratura trasformazione spirituale e sociale, discernendo i segni dei tempi”. “La presenza di Dio infatti - conclude il messaggio - è attiva e salvifica in ogni momento della nostra vita quotidiana”.

07 aprile 2020, 12:22