Cerca

Vatican News
Cristiani in Nigeria Cristiani in Nigeria  

Nigeria: liberato il sacerdote della diocesi di Otukpo rapito domenica

Padre Davide Echioda è rientrato nella sua comunità. La notizia della ritrovata libertà è stata confermata dalla Chiesa locale

Roberta Barbi – Città del Vaticano

Ultimo aggiornamento 04.03.2020 ore 15.15

Il sacerdote della diocesi di Otukpo, nello Stato di Benue, Nigeria centrale, è stato liberato e sta bene. La notizia, riportata dai media locali, sarebbe stata confermata dalla diocesi che ringrazia tutta la comunità cattolica nigeriana per il sostegno e le preghiere. Padre Davide Echioda, era stato rapito domenica mentre tornava da una celebrazione.

Rapito dopo aver celebrato la Messa

Secondo quanto riportato dai media locali, il sacerdote, che lavorava nel Seminario Minore di Ochobo, nell’area a governo locale di Ohimini, si era recato a Utonkon, nella regione di Ado, per celebrare una Messa. Nel pomeriggio, mentre tornava a casa lungo la strada Alla-Akpa, è stato avvicinato da uomini armati che gli hanno immediatamente confiscato e ridotto in mille pezzi i telefoni.

Nessun messaggio dai rapitori

A quanto risulta da alcune testimonianze, poi, i rapitori hanno fermato un motociclista e si sono fatti portare nel luogo dove avevano lasciato l’auto in cui hanno caricato il prete, facendo perdere le loro tracce. La vicenda era stata confermata dall’addetto alla comunicazione della diocesi di Otukpo, fr. John Okopopu, il quale ha precisato che non si sono ancora avute notizie dai sequestratori. In Nigeria, quattro anni fa, era stato rapito e ucciso un altro sacerdote, fr. John Adeyi, di Okpokwu.

04 marzo 2020, 09:44