Vatican News

Cei: dieci milioni di euro alla Caritas per l’emergenza Coronavirus

I fondi provengono da donazioni di privati e dall’8 per mille che i cittadini destinano alla Chiesa cattolica

Seguendo l’esempio di Papa Francesco, che ieri ha annunciato l’invio di centomila euro alla Caritas italiana per far fronte alle esigenze dei più deboli in tempo di emergenza da Coronavirus, la presidenza della Conferenza episcopale italiana ha deciso di devolvere dieci milioni di euro alla Caritas.

L’ingente somma, precisa un comunicato, è finalizzata a sostenere questi organismi pastorali nelle loro azioni di supporto alle persone in difficoltà a causa dell’emergenza. I fondi provengono da donazioni di privati e dall’otto per mille che i cittadini destinano alla Chiesa cattolica.

Saranno le 220 Caritas diocesane, distribuite in tutta Italia, a individuare gli interventi più urgenti, territorio per territorio, dando priorità a forme di sostegno economico destinato alle famiglie già in situazioni di disagio: dall’acquisto di generi di prima necessità, alla realizzazione di attività di ascolto destinate ad anziani soli e persone fragili, infine al mantenimento dei servizi minimi per le persone in situazione di povertà estrema, come mense con servizio da asporto o dormitori protetti.

“Questo stanziamento straordinario della Cei - spiega il direttore di Caritas italiana, don Francesco Soddu - si pone per le Caritas diocesane come un segno concreto di speranza e conforto. Le Chiese locali, in questo modo, continueranno a non far mancare il dinamismo forte della Carità”. Caritas Italiana rinnova, infine, l’appello a tutti alla solidarietà invitando a sostenere le iniziative e gli interventi delle diocesi e delle Caritas locali in favore dei più deboli e in condizioni sempre più precarie.

13 marzo 2020, 18:33