Cerca

Vatican News
Cattedrale metropolitana di San Paolo, Brasile Cattedrale metropolitana di San Paolo, Brasile 

Scherer: la Campagna di Fraternità, un invito alla cura delle persone e dell'ambiente

Sulla campagna di Fraternità in Brasile, l'intervista al cardinale Odilo Pedro Scherer, arcivescovo di San Paolo, che esorta a prendersi cura di malati, anziani, bambini nel grembo materno, della vita sottoposta a violenza e anche della casa comune

Silvonei Protz - Città del Vaticano

Prende il via oggi, Mercoledì delle Ceneri, in Brasile, la Campagna di Fraternità che quest'anno ha per tema: “Fraternità e vita: dono e impegno” ed è incentrata sulla figura del Buon Samaritano. La Campagna, organizzata dalla Chiesa in Brasile, ha l’obiettivo di portare ad un’autentica conversione. 

"Come tutti gli anni, durante il periodo della Quaresima, noi facciamo anche la Campagna della Fraternità con un tema per ogni anno", dice  il cardinale Odilo Pedro Scherer, arcivescovo di San Paolo. "Questo anno il tema è fraternità e vita, dono e impegno. La vita è un grande dono ma richiede anche l'impegno a prendersi cura della vita". Significa - prosegue - prendersi cura "della vita fragile, della vita esposta a rischi, della vita sottoposta a violenza, alle ingiustizie sociali, prendersi cura della vita ancora nel grembo della madre ma anche della vita dei malati, delle persone che sono in situazioni di rischio, prendersi cura delle persone anziane". Quindi, prendersi cura della vita. "Questo è un gesto di fratellanza e anche di immensa carità. D'altra parte prendersi cura anche dell'ambiente, la vita della nostra casa comune, la vita che va curata, e prendersi cura veramente con un atteggiamento non semplicemente naturalistico ma anche a partire dalla fede e dalla morale cristiana", ricorda il cardinale esortando a "guardare la natura come dono di Dio per noi e per tutti gli altri". 

Ascolta l'intervista al cardinale Scherer:
26 febbraio 2020, 12:59