Cerca

Vatican News
Fedeli nigeriane in preghiera Fedeli nigeriane in preghiera  (AFP or licensors)

Nigeria: è libero uno dei quattro seminaristi rapiti

La Chiesa, che chiede la liberazione degli altri tre seminaristi, si sente sotto assedio in quanto nello Stato di Kaduna è il terzo rapimento di personale ecclesiastico avvenuto nella diocesi

“Siamo felici di apprendere che uno dei seminaristi rapiti è stato rilasciato, lungo le autostrade Kaduna-Abuja. Preghiamo che Dio tocchi i cuori dei rapitori e rilasci i rimanenti tre”. Così un sacerdote dell’arcidiocesi di Kaduna, al termine di un incontro di preghiera per i quattro seminaristi rapiti la sera dell’8 gennaio nel Seminario Maggiore “Buon Pastore di Kakau lungo l'autostrada Kaduna-Abuja, ha annunciato la liberazione di uno dei seminaristi sequestrati. Lo conferma l'Agenzia Fides.

L’insicurezza nello Stato di Kaduna ha raggiunto livelli tali che monsignor Matthew Man-oso Ndagoso, arcivescovo di Kaduna, in Nigeria, aveva denunciato “Siamo sotto assedio” ricordando che quello dei seminaristi è il terzo rapimento di personale ecclesiastico avvenuto nella sua diocesi. La settimana scorsa - ricorda la Fides - 10 comunità nelle aree governative locali di Chikun e Brinin Gwari sono state assalite da banditi, che hanno ucciso almeno 35 persone e ne hanno rapite altre 58 a scopo di estorsione. (L.M.) 

21 gennaio 2020, 12:00