Cerca

Vatican News
Il cardinale Luis Antonio Tagle Il cardinale Luis Antonio Tagle  

Filippine: a Manila la 7.a Conferenza sulla Nuova Evangelizzazione

Tre gli obiettivi del meeting che si terrà dal 27 al 28 gennaio prossimi: creare una 'esperienza di Dio' nel contesto delle sfide del nuovo millennio; rafforzare i legami e la comunione dei cattolici; fornire spunti di ispirazione e direzione impregnati dello spirito della Nuova evangelizzazione attraverso un’esperienza rinnovata della fede in Cristo

Lisa Zengarini - Città del Vaticano

“Chi è il mio prossimo?” (“Sino ang aking kapwa”): sarà questo il tema, della settima Conferenza delle Filippine sulla Nuova Evangelizzazione (Pcne 7) in programma a Manila dal 27 al 28 gennaio. Due giorni di preghiera, condivisione, conferenze e seminari in cui oltre 5mila delegati, tra vescovi, sacerdoti, religiosi, suore e laici rifletteranno sulle questioni e le sfide poste all'annuncio del Vangelo nelle Filippine. Il tema di questa edizione, tratto dal Vangelo di Luca, è collegato all'"Anno dell'ecumenismo, del dialogo interreligioso e dei popoli indigeni" indetto dalla Conferenza episcopale filippina in preparazione al grande Giubileo del 2021.

Ridare impulso alla missione evangelizzatrice della Chiesa

Anche quest’anno, a presiedere l’evento sarà il cardinale Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila da poco nominato alla guida della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli, che ha lanciato l’iniziativa nel 2013 in concomitanza con l’avvio dei “Nove anni per la Nuova Evangelizzazione” promossi dai vescovi filippini per ridare impulso alla missione evangelizzatrice della Chiesa in vista del quinto centenario dell’arrivo del cristianesimo nel Paese nel 2021.

Papa Francesco: non stancarsi di portare agli ultimi la misericordia del Padre

Da ricordare che in occasione della prima Conferenza sulla Nuova evangelizzazione, nell’ottobre 2013, Papa Francesco inviò un videomessaggio in cui esortava i fedeli filippini a “non stancarsi di portare la misericordia del Padre ai poveri, ai malati, agli abbandonati, ai giovani e alle famiglie” ed a “far conoscere Gesù al mondo della politica, dell’impresa, della cultura, della scienza, della tecnologia e dei media sociali, permettendo allo Spirito Santo di rinnovare il Creato e portare la giustizia e la pace nelle Filippine e nel grande continente asiatico che è vicino al mio cuore”.

08 gennaio 2020, 09:03