Cerca

Vatican News

A Lindau, decima Assemblea mondiale di religioni per la pace

In Germania, incontro di Religions for Peace, rete multi-religiosa internazionale. Centinaia i leader delle varie fedi impegnati alla ricerca del bene comune

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

L’ultimo appuntamento era stato nel 2013,  quando fu  Vienna ad ospitare gli oltre  600 partecipanti alla nona Assemblea di Religions for Peace. Ora, dal 20 al 23 agosto prossimi, 800 tra leader religiosi, rappresentanti di governi, ong e gruppi della società civile si riuniranno a Lindau, con il proposito di costruire un profondo consenso morale sulle sfide contemporanee, eleggere un nuovo Consiglio Mondiale e promuovere azioni comuni multi-religiose attraverso ed al di là della rete di Religions for Peace.

 “Prendersi cura del nostro futuro comune”, è il tema di questa decima edizione con gli obiettivi, tra gli altri, di rafforzare la cooperazione multi-religiosa per la pace tra leader religiosi, sostenerla in paesi oppressi da violenza e conflitti,  così come appoggiare l’avvio di processi di pace attraverso l’iniziativa multi-religiosa nella Repubblica Democratica del Congo, nel Sud Sudan, in Nord e Sud Corea ed in Myanmar.

L'orizzonte del bene comune condiviso

“La prospettiva - spiega Luigi De Salvia presidente di Religions for peace Italia a Radio Vaticana Italia - è  quella di contrastare una tendenza difensiva che può diventare di chiusura nazionalistica o di parte. Si cercherà invece di guardare alla ricerca del bene comune condiviso, che è l’unico orizzonte che può dare speranza”.  Durante la riunione, prosegue De Salvia, si discuterà anche delle azioni che si dovranno a mettere a punto, in particolare in zone di conflitto, per cercare vie di riconciliazione.

Ascolta l'intervista a Luigi De Salvia

Religions for Peace, fondata nel 1970, è una rete multi-religiosa internazionale formata da un Consiglio Mondiale di leader religiosi  altamente rappresentativi, da sei organismi interreligiosi per i diversi continenti e da più di 90 gruppi nazionali; ne fanno parte anche le reti delle donne di fede e le reti interreligiose dei giovani.  

18 agosto 2019, 07:20