Cerca

Vatican News
La preghiera in una chiesa del Congo La preghiera in una chiesa del Congo  (AFP or licensors)

Congo: ucciso sacerdote nella diocesi di Ouesso

Un sacerdote congolese, padre Paul Mbon, è stato ucciso a colpi di machete la notte tra il 28 e 29 giugno probabilmente nei pressi della parrocchia di Sembé, nel dipartimento di Sanghaa (diocesi di Ouesso), nella Repubblica del Congo

“Le circostanze della morte di p. Paul, sono in via di accertamento. Per questo preferiamo al momento non rilasciare dichiarazioni” dicono all’Agenzia Fides fonti della diocesi di Ouesso, nel nord della Repubblica del Congo, dopo il ritrovamento del corpo di Paul Mbon, un sacerdote cattolico che prestava servizio nella parrocchia di Sembé

Rapito da sconosciuti tra il 28 e il 29 giugno

Secondo notizie di stampa il sacerdote era stato rapito da alcuni sconosciuti mentre stava facendo una passeggiata con un amico sacerdote nella notte tra il 28 e il 29 giugno, a Ouesso dove si era recato per un’ordinazione. Il corpo di padre Mbon in stato di decomposizione con ferite, probabilmente colpi di machete, è stato ripescato nelle acque del Sangha. La sua sepoltura è avvenuta ieri a Ouesso.

Arrestato un primo sospetto

Per diversi anni, padre Mbon ha prestato servizio nella diocesi di Ouesso e recentemente era stato assegnato alla parrocchia di Sembé nel dipartimento del Sangha. Mentre i servizi di sicurezza e le autorità locali non hanno ancora confermato l'ipotesi di un assassinio, sono in corso le indagini e un primo sospetto sarebbe stato arrestato. Secondo la redazione de “Il sismografo”, nel corso del 2019 sono già 16 gli operatori pastorali uccisi, di cui 10 in Africa e 6 nelle Americhe. (L.M. - Agenzia Fides)

 

05 luglio 2019, 07:08