Cerca

Vatican News

Plenaria della UISG, religiose seminatrici di speranza

Dal 6 al 10 maggio, circa 850 Superiore Generali di tutto il mondo si ritroveranno a Roma per la XXI Assemblea Plenaria della UISG “Seminatrici di speranza profetica". L'incontro è stato presentato oggi in Sala Stampa Vaticana.

Emanuela Campanile - Città del Vaticano

Riflettere su come le religiose possono essere segni di speranza "in un mondo di divisioni e guerre” e “per le tante donne e bambini che soffrono”. E' l'obiettivo della XXI Assemblea Plenaria dell'Unione Internazionale Superiore Generali (UISG), dal titolo "Seminatrici di speranza profetica" e presentata oggi in Sala Stampa Vaticana.

L’interculturalità, la visione di futuro della vita religiosa, l’integrità della creazione attraverso l'Enciclica Laudato si' di Papa Francesco, e il dialogo interreligioso saranno i temi sui quali le circa 850 Superiore provenienti da tutto il mondo si confronteranno dal 6 al 10 maggio a Roma. A conclusione dei lavori, le Superiore generali incontreranno il Pontefice in udienza privata. In questa occasione, il Papa lancerà la Campagna: “Nuns Healing Hearts” per i 10 anni di Talitha Kum, la rete internazionale della Vita Consacrata contro la tratta di persone.

"Papa Francesco - spiega ai nostri microfoni suor Donatella Zoia, Superiora Generale delle Suore del Preziosissimo Sangue - in tanti suoi interventi ha sottolineato l’importanza della donna nella vita della Chiesa. Quindi, io credo che Papa Francesco saprà dirci una parola di speranza, sono certa". Speranza anche sul futuro della vita religiosa che, per la Superiora, è strettamente legata all'essere "donne di Vangelo: "Io sono convinta che si giochi nel nostro essere donne di Vangelo, che non hanno paura di sporcarsi le mani, di vivere e di stare tra la gente".

Ascolta l'intervista a suor Donatella Zoia

Con suor Donatella, a presentare alla stampa questo momento di dialogo e confronto corale, anche la Presidente UISG, suor Anabela Carneiro, Superiora Generale delle Suore Ospedaliere del Sacro Cuore di Gesù che, insieme a suor Carmen Sammut, Superiora Generale delle Suore Missionarie di Nostra Signora d’Africa, sottolinea il senso del titolo “Seminatrici di speranza profetica” scelto per la Plenaria:

Credo che sia molto opportuno perché penso abbia anche una risonanza a partire da ciò che Papa Francesco ci ha chiesto per l’Anno della Vita Consacrata. Perché quando lui ci parla di “abbracciare il futuro con speranza”, questa frase per me è in relazione con tutto questo: se io abbraccio il futuro con speranza, devo veramente essere capace di seminare speranza lì dove mi trovo, portando avanti la missione per cui sono chiamata.

Ascolta l'intervista a suor Anabela Carneiro

Prima e dopo la Plenaria, la UISG offrirà 7 workshop di formazione, approfittando proprio della presenza nella capitale di Superiore Generali provenienti da tutto il mondo. I laboratori si svolgeranno il 2, 3, 13 e 14 maggio nel Centro della UISG per la Vita Religiosa presso il Regina Mundi. I temi trattati sono: Diritto Canonico, Protezione dei Minori, Comunicazione, Cura dei minori nei contesti istituzionali (orfanotrofi).

02 maggio 2019, 14:37