Cerca

Vatican News
Il card. Ricardo Blázquez Il card. Ricardo Blázquez 

Spagna: abusi sui minori tra i temi della Plenaria dei vescovi

Il card. Ricardo Blázquez ha aperto ieri i lavori dell’Assemblea plenaria dei vescovi spagnoli in corso fino al 5 aprile a Madrid. In primo piano nella prolusione del porporato, le conclusioni dell’Incontro sulla protezione dei minori tenutosi in Vaticano , le vocazioni e le prossime elezioni in Spagna

Lisa Zengarini - Città del Vaticano

La lotta agli abusi sui minori nella Chiesa, le vocazioni sacerdotali e le elezioni del prossimo 28 aprile. Sono stati questi i tre temi principali al centro della prolusione del card. Ricardo Blázquez, presidente della Conferenza episcopale spagnola (Cee), alla sessione primaverile dei vescovi iniziata il 1.mo aprile a Madrid.

Abusi: purificare la memoria con conversione, riparazione e prevenzione

Con riferimento alla pedofilia, l’arcivescovo di Valladolid ha richiamato le parole di Francesco nel discorso conclusivo al recente Incontro sulla protezione dei minori in Vaticano. Il Papa aveva sottolineato che "l'universalità di tale piaga, mentre conferma la sua gravità nelle nostre società, non diminuisce tuttavia la sua mostruosità all'interno della Chiesa, perché è in contrasto con la sua autorità morale e la sua credibilità etica". Il card. Blázquez ha quindi rimarcato che "il passato non possiamo cancellarlo; ma possiamo affrontarlo ‘purificando ila memoria’" attraverso la conversione, la riparazione delle persone ferite e la prevenzione per il futuro. In questo senso, ha detto, si muove l’appello rivolto dal Papa nel discorso del 24 febbraio “ad ascoltare, proteggere e prendersi cura dei bambini abusati, sfruttati e dimenticati” e a “collaborare insieme per sradicare tale brutalità dal corpo della nostra umanità, adottando tutte le misure necessarie già in vigore a livello internazionale e a livello ecclesiale”.

Pastorale vocazionale “indispensabile” per la vita della Chiesa

Il secondo tema affrontato nella prolusione è stato quello del dono della vocazione al sacerdozio, in riferimento all’approvazione, durante la sessione, del Piano di formazione per i seminari maggiori di Spagna. Il presidente dei vescovi spagnoli ha sottolineato l'importanza della pastorale vocazionale che – ha affermato - è “indispensabile” per la vita della Chiesa: “Non vogliamo accontentarci della gestione della scarsità [di sacerdoti], aspiriamo ad essere il canale delle nuove chiamate che il Signore continua indubbiamente a fare". Riferendosi alle caratteristiche dei nuovi sacerdoti, il card. Blázquez ha quindi evidenziato che "il carattere comunitario e il senso missionario del ministero del futuro pastore attraversano l'intero percorso di formazione del candidato a donarsi al Signore, alla Chiesa e al mondo”.

Temi importanti per il voto: difesa della vita, della famiglia, diritti e lavoro

Con riferimento alle prossime elezioni anticipate in Spagna, fissate per la fine del mese, il porporato ha parlato dell’importanza dell’impegno politico e della necessità di governanti che adempiano “fedelmente al compito affidato loro dai cittadini: “Abbiamo bisogno – ha detto – di persone esemplari nelle istituzioni per rafforzare la moralità nella società". Il card. Blázquez ha quindi segnalato quattro temi che meritano una particolare attenzione da parte gli elettori: la difesa della vita umana dal concepimento alla morte naturale; la cura e la promozione della famiglia “che è l'autentico pilastro della società"; il lavoro, soprattutto quello dei giovani; il rispetto dei diritti umani, “senza alcuna discriminazione”, come sancito dalla Costituzione spagnola.

Una campagna elettorale senza insulti e fake news

Il presidente dei vescovi spagnoli ha concluso con l’auspicio di una campagna elettorale civile, basata sui contenuti e non sulla “manipolazione della verità e la disinformazione intenzionale” che ha detto “sono particolarmente perniciose nei periodi elettorali, perché possono avere conseguenze gravi e di ampia portata”.
 

02 aprile 2019, 14:07