Cerca

Vatican News
BURKINA FASO BURKINA FASO  (AFP or licensors)

Ucciso missionario salesiano in Burkina Faso

Una morte tragica ha colpito la Congregazione Salesiana in Africa. Vittima di un assalto di jiihadisti è stato ieri un missionario salesiano di nazionalità spagnola

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

P. Antonio César Fernández Fernández, aveva 72 anni e ne aveva serviti 55 come salesiano e 46 come sacerdote.

L'agguato e la morte

E' morto tragicamente colpito in un agguato teso da assassini jiihadisti, nel primo pomeriggio di ieri 15 febbraio. A darne notizia la Congregazione Salesiana in Africa. "L'amato confratello" apparteneva all' Ispettoria AFO (Africa Occidentale Francofona) e stava tornando nella sua comunità di Ouagadougou (Burkina Faso) insieme ad altri due salesiani, sopravvissuti all'assalto, dopo aver partecipato a Lomé (Togo) alla prima sessione del Capitolo ispettoriale di quella Provincia.  La loro auto è stata fermata dopo la dogana di Cincassé al confine con il Ghana e il Togo. Don César è stato separato dagli altri due confratelli e crivellato di colpi dai terroristi che poi sono fuggiti. Morti con il religioso anche quattro doganieri del Burkina Faso. 

Missionario e formatore

Antonio César Fernández nativo di Pozoblanco, in Spagna, si era offerto come missionario in diversi paesi africani dal 1982. Il suo primo incarico era stato a Lomé (Togo) e attualmente era responsabile della comunità salesiana di Ouagadougou, in Burkina Faso.  "Aveva offerto la sua vita per l’Africa - scrivono i confratelli- e la sua offerta è stata accettata pienamente. Chiediamo a lui di pregare con noi per questa sua ispettoria". Il missionario è stato anche fondatore della parrocchia Maria Ausiliatrice e primo maestro di novizi per 10 anni. "Che il Signore risorto accolga con tenerezza Fratel César con tutti coloro che hanno dato la loro vita alla missione salesiana, e che Maria Ausiliatrice, che tanto amava, lo accolga con l'affetto della Buona Madre del Cielo".

Questo attentato si inserisce in un clima di violenza che affligge il Burkina Faso dal 2015, e lo pone in particolare nel mirino delle forze estremiste islamiche tanto quanto negli interessi del contrabbando.

16 febbraio 2019, 10:43