Cerca

Vatican News
Messa dei vescovi messicani per i migranti al confine con gli Usa Messa dei vescovi messicani per i migranti al confine con gli Usa  (AFP or licensors)

Messico: messaggio dei vescovi per il nuovo anno

In un Messaggio ai messicani, i presuli della Conferenza episcopale indicano le sfide urgenti per il Paese: sicurezza, migranti ed educazione. Per questo la Chiesa è chiamata ad essere più vicina al suo popolo e a impegnarsi per il bene comune

Alina Tufani - Città del Vaticano

“La realtà dell'insicurezza e della violenza che cresce oltre misura, costringe la nostra gente a vivere nella paura, con dolore e incertezza”, scrivono i vescovi. “La Chiesa in Messico quindi, è impegnata a contribuire con tutte le sue risorse, per il bene comune, con i suoi insegnamenti, la sua pastorale e la sua dottrina, aprendo spazi per l'incontro, il dialogo e la costruzione della pace. Il nostro dovere nell’ annuncio del Vangelo è mantenere in marcia il Piano di Costruzione della pace, che senza dubbio - in collaborazione con la società civile, il governo e molte organizzazioni - ci consentirà di fare progressi nel superare la violenza e il consolidamento della pace”.

Misure contro gli abusi del clero

Il 15 novembre del 2018 durante la CVI Assemblea plenaria, i vescovi messicani hanno approvato la creazione del Gruppo Nazionale per la Protezione dei Minori al fine di prevenire gli abusi sessuali nel clero diocesano e tutta la Chiesa, e di fornire l’assistenza adeguata, civile e canonica, nel caso questi fatti spregevoli si avverino. “Insieme a questa azione – sottolineano i presuli - abbiamo ricevuto con gioia l'invito che il Santo Padre Francesco ha fatto ai presidenti delle conferenze episcopali di tutto il mondo, per l’incontro a Roma a febbraio, per trattare questo problema come una priorità, e ci stiamo preparando per a portare il lavoro che stiamo già facendo in Messico.

Il dramma dei migranti

“Oggi più che mai – si legge nel messaggio - siamo turbati dal grido sconvolgente dei nostri fratelli migranti. In fedeltà alla fede in Gesù Cristo, non ci può sfuggire la sofferenza di coloro che cercano migliori condizioni di vita, attraversando il confine per lavorare e contribuire al bene comune, non solo delle loro famiglie ma del paese fratello che li riceve”.

Il problema dei cambiamenti climatici

Come ricorda l’enciclica Laudato sí, il cambiamento climatico è un problema globale con gravi dimensioni ambientali, sociali, economiche e politiche e rappresenta una delle principali sfide attuali per l'umanità. “Il nostro Paese – concludono in proposito i vescovi messicani nel loro messaggio - deve essere un pioniere nella cura della nostra Casa comune”.

 

09 gennaio 2019, 12:46