Cerca

Vatican News

Natale nel paese di Gesù. Il presepe vivente delle Angeliche di San Paolo

Oltre 650 comparse tra piccoli, genitori volontari e suore hanno animato 23 scene di uno del presepi viventi più spettacolari dell'area sud-est della Capitale

Davide Dionisi – Città del Vaticano

Una delle rappresentazioni più originali del Presepe quest’anno arriva da una delle periferie romane abituata ad occupare le prime pagine dei giornali per degrado e malavita, e non per le tante iniziative virtuose che proprio in questa fetta della capitale proliferano.

Siamo a Torre Gaia, a poche centinaia di metri da Tor Bella Monaca e Torre Angela, presso l’Istituto delle Suore Angeliche di San Paolo, dove sabato scorso è andata in scena una vera e propria recita collettiva calata in una straordinaria location ideata e in parte realizzata dal Maestro artigiano Gino Ciccone.

654 piccoli attori, tutti in costume d’epoca, accompagnati da genitori, insegnanti e suore, hanno animato, complessivamente, 23 scene.  

Una capanna sistemata ai piedi della cappella dell’Istituto, nei viali circostanti l’attività frenetica delle botteghe, il paese oscurato, ma in ogni angolo una luce che illuminava il lavoro delle ricamatrici, dei falegnami e dei fornai. In questa suggestiva atmosfera da vari punti del paese partiva l'omaggio al Bambino.

La tradizione del Presepe ha trovato in questa rappresentazione un’espressione originale che è riuscita a ricreare attorno alla festa cristiana un'atmosfera meno consumistica e più vicina al vero significato dell’evento.

L'iniziativa, frutto dell'impegno delle Suore Angeliche di San Paolo e i genitori volontari dell’Istituto, si è avvalsa del supporto di una poderosa macchina organizzativa che si è messa in moto all’inizio di dicembre per trasformare la scuola in un angolo di Palestina.

Tanti gli spettatori giunti dai quartieri limitrofi per vivere insieme, a pochi passi da una delle arterie della periferia romana più trafficate, la via Casilina, la suggestione del Natale e sentirsi, nonostante tutto, come a Betlemme, il luogo che i bambini hanno ripetuto più volte essere “il paese di Gesù”

Photogallery

Presepe Vivente delle Suore Angeliche di San Paolo
16 dicembre 2018, 15:34