Versione Beta

Cerca

Vatican News
Chiamata alla santità Chiamata alla santità 

Giornata della santificazione universale. L’esempio dei laici per una vita di santità

Movimento Pro Sanctitate, fondato dal servo di Dio Guglielmo Giaquinta, promuove una serie di iniziative e percorsi di fede per portare la santità in ogni ambiente della società

Marco Guerra – Città del Vaticano

“1+1 la santità è contagiosa!”, è il tema dell’edizione 2018 dell'odierna Giornata della santificazione universale, ideata nel 1957 dal servo di Dio Guglielmo Giaquinta e che si celebra ogni anno il 1 novembre, in corrispondenza con la Festa di Ognissanti.

Quando Guglielmo Giaquinta , fondatore del Movimento Pro Sanctitate, ha indetto questa Giornata, che oggi è patrimonio di tutta la Chiesa, ha voluto promuovere la chiamata universale della santità in tutti gli ambienti e in tutti i contesti della vita dei fedeli, nella convinzione di raggiungere tutti, dappertutto, con ogni mezzo, perché questa è la portata rivoluzionaria del Vangelo. 

Santità e fraternità binomio inscindibile

Oggi i membri del Movimento Pro Sanctitate si impegnano a vivere nella quotidianità della vita l’invito di Gesù e intendono contagiare con il loro esempio tutte le persone con cui si relazionano nella loro quotidianità.  “Tutti santi, tutti fratelli!”  è infatti il motto di ogni membro del Movimento perché, affermano, “santità e fraternità sono un binomio inscindibile”.

I Girasoli della Santità

Per questo motivo tutti gli animatori delle 12 sedi del movimento presenti in Italia oggi saranno presenti nelle strade e nelle piazze di tante città per offrire i Girasoli della Santità. Il ricavato delle offerte ottenute dalla distribuzione dei biscotti a forma di girasole sarà devoluto a progetti di aiuto e di solidarietà rivolti agli ultimi e ai più poveri, promossi dalle diverse associazioni, sparse sul territorio nazionale, che hanno scelto di unirsi al Movimento Pro Sanctitate per questa iniziativa.

Contagiare con la testimonianza

Alfina Pellegrino, aderente della sede di Imperia, ha spiegato a VaticanNews che lo slogan scelto per il 2018 richiama alle parole di Papa Francesco che ha invitato ad amare le persone una ad una. “Vogliamo contagiare gli altri con la nostra testimonianza di vita”, ha spiegato del Movimento Pro Sanctitate, “la santità per un laico significa far passare la luce lì dove il laico è inserito”. La Pellegrino ha quindi parlato del carisma di un movimento che insegna “che non c’è modo per diffondere la santità se non si diventa persone credibili”, per questo è necessario anche “saper prendere delle posizioni  ma sempre nella mitezza di cristo”.

Alfina Pellegrino ha infine invitato tutti a prendere parte alle celebrazioni liturgiche alle veglie di preghiera organizzate dal movimento e a recarsi ai bacchetti allestiti per la distribuzione dei biscotti del girasole.

Ascolta l'intervista integrale a Alfia Pellegrino

 

 

31 ottobre 2018, 14:13