Versione Beta

Cerca

Vatican News
Fedeli cattolici presso la Basilica di St Mary in Bangalore Fedeli cattolici presso la Basilica di St Mary in Bangalore  (ANSA)

India, depenalizzazione omosessualità. La Chiesa: unione è tra uomo e donna

Dopo la sentenza della Corte Suprema che depenalizza i rapporti tra persone dello stesso sesso in India, la Chiesa indiana ribadisce la dottrina cattolica sull’omosessualità

Lisa Zengarini – Città del Vaticano

La depenalizzazione dell’omosessualità non rende il comportamento omosessuale moralmente ammissibile. È quanto ribadiscono i vescovi indiani in merito alla decisione della Corte Suprema dell’India che il 6 settembre ha abolito il reato di omosessualità nel Paese. La sentenza ha cancellato la sezione 377 del Codice penale indiano che da 157 anni punisce con il carcere i rapporti tra persone dello stesso sesso. 

Legale non è sinonimo di moralmente accettabile

“Legale non è sinonimo di moralmente accettabile”, afferma in una nota padre Stephen Fernandes, segretario dell'Ufficio per la giustizia, la pace e lo sviluppo della Conferenza episcopale indiana (Cbci). La dottrina cattolica - spiega - considera il comportamento omosessuale moralmente inaccettabile perché “viola lo scopo della sessualità umana che è la procreazione…Questa è la posizione morale della Chiesa cattolica".

La Chiesa rispetta la dignità delle persone omosessuali

La Chiesa però, precisa la nota, rispetta la dignità delle persone omosessuali e i diritti umani che discendono dalla dignità umana, così come difende quelli di tutti senza esclusioni e discriminazioni. Il vice-presidente della Cbci  mons. Joshua Ignathios ha dichiarato da parte sua che : “La Chiesa cattolica in India non promuove né propaganda l’omosessualità, è per la famiglia”.

Critiche anche da leader induisti e musulmani

Critiche alla sentenza sono state espresse anche dai leader religiosi induisti e musulmani.  Con questo nuovo verdetto l’India diventa il 124.mo Paese al mondo dove i rapporti omosessuali non sono più considerati reati penali.

09 settembre 2018, 11:55